Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Jennifer Aniston: sui social siamo perfetti, ma quella non è vita

JENNIFER ANISTON
Kathy Hutchins|Shutterstock
Condividi

Sono solo una ragazza…e un fotografo, un make up artist, delle luci e Photoshop. Jennifer Aniston su Instagram mostra gli scatti del “prima” e del “dopo” per ricordarci che quella non è la vera vita.

Lei è quella che nella vita non ha fretta. Non ha avuto fretta di diventare famosa, cominciando dal piccolo schermo per poi arrivare dove tutti sappiamo e restare ben salda sulla cresta dell’onda. Non ha fretta neanche di dimostrare i suoi cinquant’anni che sembrano quaranta. Non ha fretta di trovare l’uomo perfetto o di essere “sistemata”, neanche dagli amici, come ha dimostrato col recente rifiuto di partecipare a uno show di appuntamenti al buio combinati da conoscenti. Non ha fretta di essere mamma, nonostante il mondo continui ad affibbiarle gravidanze sospette. Anzi, si è sempre detta serena, affermando di non essere “un triste essere umano solo perché senza figli”, soprattutto visto che ancora l’amore vero non si è palesato. Chapeau

Leggi anche: Jennifer Aniston: siamo donne che non possono avere figli, non cose guaste

C’è uno strano coraggio in Jennifer Aniston, che mi è sempre piaciuto, quello di chi davvero non vive per le aspettative di nessuno, se non per inseguire quello che crede più giusto per sé stessa. E quello che mi piace è la normalità, la serenità con cui lo fa: questo glielo devo riconoscere, nonostante non sempre mi trovi in linea con le sue scelte di vita o dichiarazioni, sia chiaro. Non ha paura di deludere nessuno, neanche i suoi fan, che invece la amano proprio per questa spontaneità, per la sincerità con cui parla anche dei momenti difficili che ha vissuto, come essere stata etichettata solo come la “seconda scelta” di un Brad Pitt a caso per troppo tempo.

Non ha paura di mostrarsi in ciabatte e calzettoni di lana, o meglio, non ha paura di farlo come lo faremo tutte noi, quando siamo a casa, con le tendine chiuse, sicure che nessuno ci veda.

Non smentisce quella simpatia genuina che me la fa adorare in quasi tutte le comedy neanche nella vita reale, insomma, postando sul suo account Instagram il “prima” e “dopo” di un set fotografico, per dirci: “Sveglia! Non è tutto oro quello che luccica sui social”, ma anche lacca, luci, fotografi professionisti e soprattutto post produzione.

Neanche dietro al look più natural e acqua e sapone c’è davvero un “mi sono appena alzata dal letto così”. Nonostante il trucco leggero e quel suo iconico capello liscio e semplice, che potrebbe far pensare davvero a un make up fai da te e poco studiato, Jennifer ci ricorda che tutte noi, in calzettoni di lana e ciabatte siamo abbastanza impresentabili e davvero poco sexy senza qualche aiutino (o forse più di qualche…nel mio caso, tipo, ci vorrebbero 5 crew, altro che un team di 4 persone la mattina appena sveglia).

La faccia scocciata da bimba che deve andare a scuola a cui stanno facendo le trecce e tirando i capelli poi, dice tutto: la felicità e la normalità in quei sorrisi perfetti non è sempre la verità. E’ lavoro.

E a noi, che viviamo di quell’apparenza che ci propinano copertine e social, che la guardiamo con occhi languidi, pensando che sia alla portata di tutti o peggio, solo di una Jennifer Aniston che ha tutto quello che serve per essere felice, fa bene questa botta di realtà: ci ricorda che il primo peccato social è proprio l’invidia, quella che ci condanna all’infelicità del non abbastanza e a una continua corsa per raggiungere una perfezione dorata che no, non esiste. 

Grazie Jennifer, intanto per aver sdoganato il mio look delle giornate “nessuno mi vede”, (anche se ti consiglio di provare infradito a calzettoni invece dello zoccolo, quello sì che è il vero tocco glam), ma soprattutto perché ci ricordi che la normalità esiste. E’ il resto ad essere costruito e ad avere poco a che vedere con la ricerca della felicità e di noi stesse.

https://www.instagram.com/p/B345LapB8Xv/

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni