Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!
Aleteia

Matrimonio: si può rimanere innamorati per tutta la vita?

TRAVEL
Shutterstock | Vera Petrunina
Condividi

L’arte di mantenersi innamorati consiste nel coltivare con le azioni l’affettività della persona che amiamo

Quando si decide di imbarcarsi nel viaggio della vita matrimoniale, lo si fa con il desiderio sincero di fare di tutto per rendere felice la persona con cui si vuole condividere la vita e mantenersi innamorati.

Questo desiderio può tuttavia riempirsi di grande frustrazione quando vediamo che al di là della buona volontà e delle azioni compiute per amore, alla fine l’altro non si sente amato e i conflitti non si risolvono.

Un problema è quando si arriva al matrimonio solo con lo “zaino” dell’amore che abbiamo vissuto nella famiglia d’origine. È infatti possibile che stiamo riproducendo quello che abbiamo imparato dai nostri genitori, ma i loro modi di sentirsi amati non sono quelli del nostro coniuge.

Sarà necessario analizzarsi sull’esperienza dell’amore per l’altro, comprendere dove sono le “perdite” e ripararle per tornare a rinfocolare l’energia affettiva e rinnovare l’amore.

Osservate come si esprime l’amore

Diventare buoni osservatori ci permette di poter identificare certi standard di comportamento relativi a come la persona che amiamo agisce in relazione all’amore nei confronti degli altri, ovvero come si relaziona abitualmente e come dimostra il suo affetto.

Trasmette il suo affetto con regali, o con una telefonata?

Questa informazione può essere preziosa, perché in genere le persone fanno agli altri quello che vorrebbero che questi facessero a loro, e quindi si aspettano di ricevere lo stesso tipo di trattamento.

Identificare la lamentela più ricorrente

Quando non ci sentiamo amati, in genere lo manifestiamo in qualche modo. Una forma è normalmente la lamentela. Anche se non ci piace molto, vale la pena di non soffermarsi alla negatività del commento e capire cosa vuol dirci in quel momento la persona.

Saper ascoltare ciò di cui ha bisogno o quello che si aspetta da noi può aiutarci al momento di riempire un vuoto affettivo. Se vi lamentate sempre perché nessuno porta fuori la spazzatura, farlo può essere quell’atto d’amore riparatore perché l’altro si senta rivalutato.

Capire cosa ci viene chiesto più spesso

Una cosa che la persona chiede spesso è molto importante per lei. Nel caso delle donne, è meno frequente che queste richieste siano dirette come per gli uomini, ma sarà sempre un messaggio che comunica cosa fa sentire amati.

Se la richiesta ci viene fatta in modo ricorrente, possiamo anticiparla e compiere quei gesti d’amore per sorprendere il coniuge e dargli quello che si aspetta da noi.

Chiedere quali sono gli atti che gli parlano d’amore

Possiamo avviare una conversazione per chiedere al coniuge come e quando si sente più amato, quali situazioni lo ispirano o trova più romantiche e quali sono le sue aspettative concrete quando parla d’amore.

Una buona idea è porsi delle mete chiedendogli di stilare una lista di cose che vorrebbe che faceste nell’arco di un certo periodo. Chiedetegli come potete amarlo meglio, come si sentirebbe più amato in base a ciò che intende per amore.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni