Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 26 Luglio |
San Giacomo il Maggiore
home iconFor Her
line break icon

Io come Hilary Duff: siamo tutte mamme VIP!

HILARY DUFF

DFree|Shutterstock

Giovanna Binci - pubblicato il 22/11/19

Essere mamma è la vera essenza del diventare "very important" per qualcuno e anche una star come Hilary Duff si trova come tutte noi ad affrontare scelte, ansie e stanchezza di questo viaggio che ci vede tutte protagoniste.

Da adolescente guardavo e riguardavo le puntate di Lizzie McGuire specchiandomi perfettamente in quel mondo dove sembrava facile risolvere i drammi di prime cotte, amicizie da complicare giusto per avere qualcosa da scrivere sul diario e quel rapporto coi genitori che è tutto un “non mi capisci, non puoi capire” (anche se la vera cosa che non capivo era come Lizzie ci mettesse così tanto ad accorgersi che Gordon era l’amore della sua vita). 

Un capolavoro di personaggio, una serie come oggi non se ne vedono, non una alla Glee, dove la maggior parte dei problemi mi è sempre parsa più posta (o imposta) da un pubblico adulto che non da un teen o pre-teen medio. In un periodo dove gli interrogativi ideologici ancora non erano una questione impellente (non come sembra oggi, almeno), i problemi degli under 15 erano quelli, già abbastanza complessi, del diventare grandi, alle prese con emozioni uscite fuori dalla sera alla mattina, come i brufoli. 

Sarò pure una nostalgica poco moderna, ma Lizzie McGuire l’ho sempre trovata molto vicina alla me che ero e quella Hilary Duff è stata la mia Hannah Montana per anni. 

Poi le cose in comune sono diminuite, Lizzie non riempiva più i sabati pomeriggio e Hilary è diventata grande intraprendendo un percorso che ho seguito da lontano e che, come per molte promesse Disney, è passato per quella voglia di scrollarsi di dosso l’immagine di eterne brave bambine. Musica, relazioni naufragate, alti e bassi, popolarità a scatti, drastici e discutibili cambi look.


MEGHAN MARKLE

Leggi anche:
«Sono vulnerabile» le lacrime di Meghan Markle sulla maternità

Fino ad oggi, quando la maternità ci ha restituito qualcosa in comune e una Hilary molto cambiata, in un ruolo diverso, che le ha ridato quella genuinità che finalmente riconosco. Una mamma di due bimbi che racconta su Instagram il bello e soprattutto la normalità dell’essere genitore. Scatti casalinghi e tanta sincerità per mettere a nudo un viaggio bellissimo e a tratti difficile, stancante, spesso demotivante. Essere mamma, anche per una VIP, può aprire le porte alla solitudine post parto, di cui Hilary ha sofferto molto col primo figlio. Sconvolge l’immagine che abbiamo di noi, interiore ed esteriore.

View this post on Instagram

A post shared by Hilary Duff (@hilaryduff)

Hilary posta senza vergogna le sue curve stravolte dalla gravidanza, per ricordarci di darci tempo, accogliere la maternità anche nella sua fisicità e non pretendere troppo dal nostro corpo. Ok, questa cosa del body shaming ormai va di moda. Forse un po’ meno la confessione a cuore aperto della complessa scelta di smettere di allattare a sei mesi, delle difficoltà lavorative di una popular che viene vista solo come una mamma o la condivisione di quei momenti di quotidiano “sclero” al ristorante con una bimba piccola che si arrampica ovunque e ti fanno pensare “per fortuna il modello non-sta-fermo-un-minuto non ce l’ho solo io!”.

Eccole, le cose che abbiamo in comune: dubbi, ansie e stanchezza. Certo, forse era meglio quei capelli sempre perfetti e le fossette sulle guance, ma sapete che vi dico? Vedere una VIP che si confronta nel mondo reale con le mie stesse fatiche e debolezze, vedere che le affronta con la mia stessa difficoltà e magari non tutto il santo giorno con addosso il pigiamone di pile, tira fuori la mia voglia di essere VIP. Essere mamma è cool, è rock ‘n roll, è la vera essenza di diventare “very important” per qualcuno.


ALANIS MORISETTE, MEGAN FOX

Leggi anche:
Megan Fox e Alanis Morisette: la maternità guarisce il trauma del successo

Hilary, tra scatti di ordinaria normalità e outfit che mi fanno segnare e dire “forse il mascara è ora di riesumarlo da quella trousse”, mi dà forza e mi strappa un sorriso di solidarietà durante i miei piccoli grandi drammi quotidiani. Un po’ come quella vocina cartoon che ha accompagnato la mia adolescenza da aspirante Lizzie McGuire!

Tags:
hollywoodmaternità
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
Catholic Link
Una guida per l’esame di coscienza da ripassare prima di og...
4
Gelsomino Del Guercio
Cesare Cremonini indica al cardinale Zuppi “la strada per i...
5
MASS
Gelsomino Del Guercio
Niente Green Pass per andare a messa: la precisazione del Governo
6
Theresa Aleteia Noble
I consigli di 10 sacerdoti per una confessione migliore
7
José Miguel Carrera
La lettera di un giovane ex-protestante convertitosi al cattolice...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni