Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Częstochowa: la Madonna nera della Polonia dipinta da San Luca

Camera 360
Condividi

L’immagine di “Colei che indica e guida tutto lungo il cammino”

https://youtu.be/Xgv3GvEK0G0

Il santuario de Częstochowa si trova nel cuore della Polonia. È uno dei più importanti centri di culto mariano, visitato ogni anno da una media di 4-5 milioni di pellegrini provenienti da più di 80 Paesi del mondo.

L’icona della Madonna nera col bambino è di tradizione medievale. Secondo gli storici dell’arte, il quadro segue il modello dell’iconografia bizantina. Si tratta dell’icona cosiddetta “Odigitria”, che significa “Colei che indica e guida tutto lungo il cammino”.

La leggenda racconta che venne dipinta da San Luca, che essendo contemporaneo di Maria riuscì a immortalare il suo vero volto. L’icona venne portata nel 1382 sulla collina di Jasna Góra, in polacco “Montagna Luminosa”. Per iniziativa del principe Ladislao di Opole, in cima alla collina venne costruito un monastero per i monaci di San Paolo.

Nell’icona, il volto del bambino è rivolto verso il pellegrino. Lo sguardo, invece, è diretto da un’altra parte, come se guardasse lontano, al di là del tempo e del luogo. Sia la Madre che il Figlio sembrano immersi in pensieri profondi, indicando grande saggezza. Il colore scuro dei loro volti contrasta con la luminosità che li circonda. Maria indica al pellegrino il Bambino Gesù, che mentre tiene un libro in una mano con l’altra benedice con un gesto semplice e al contempo sovrano.

In ogni momento di difficoltà della Polonia, la popolazione si è riunita intorno alla Madonna nera di Częstochowa e al Bambino Gesù. Ancora oggi, in estate, decine di migliaia di persone si recano a piedi al santuario. L’immagine scura lo è ancor di più per il fumo delle candele perennemente accese.

Karol Wojtyła si recava spesso in pellegrinaggio al santuario, soprattutto nel 1936, quando la Polonia si trovava sotto il regime comunista.

Preghiera alla Madonna di Częstochowa:

Nostra Signora di Częstochowa, Madre di Dio e Madre nostra, prega per noi.
Nostra Signora di Częstochowa, Madre di chi si sottomette alla Divina Provvidenza, prega per noi.
Nostra Signora di Częstochowa, Madre di chi viene ingannato, prega per noi.
Nostra Signora di Częstochowa, Madre di chi viene tradito, prega per noi.
Nostra Signora di Częstochowa, Madre di chi è prigioniero, prega per noi.
Nostra Signora di Częstochowa, Madre di chi soffre il freddo, prega per noi.
Nostra Signora di Częstochowa, Madre di chi ha paura, prega per noi.
Nostra Signora di Częstochowa, Madre della Polonia sofferente, prega per noi.
Nostra Signora di Częstochowa, Madre della Polonia fedele, prega per noi.
Prega per noi, Nostra Signora di Częstochowa, perché siamo degni delle promesse di Nostro Signore Gesù Cristo.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni