Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Cosa significa l’amuleto dell’Albero della Vita?

TREE OF LIFE
IvandBajo - Shutterstock
Condividi

Un simbolo alla moda con oscure radici esoteriche

Siamo sempre più abituati a contemplare l’Albero della Vita, un simbolo facilmente identificabile e attraente che trionfa nelle vetrine di gioiellerie e bigiotterie – e che si può trovare anche al collo di molte persone –, oltre a guadagnare terreno nel campo della decorazione d’interni.

L’Albero della Vita è immediatamente associato a sensazioni positive, visto che si tratta di un’immagine che ci rimanda alla natura, all’essere radicati, alla crescita… e ovviamente ci ricorda l’albero genealogico e ci fa pensare all’importanza della famiglia e al valore che hanno per noi coloro che ci hanno preceduti.

TREE OF LIFE
Tata.Ya - Shutterstock

Di recente in alcune zone della Spagna si è potuto vedere questo simbolo nel contesto della Giornata Mondiale contro il Tumore al Seno, e sono state realizzate anche alcune sculture di grandi dimensioni come rappresentazione dell’Albero della Vita, per inviare “un messaggio di sostegno alle pazienti” a Palma di Maiorca o descrivere “sentimenti e inquietudini e depositare messaggi di speranza e incoraggiamento” nel caso di Algeciras.

Si tratta allora di un semplice gioiello o ornamento? Di un simbolo universale che si può usare nella decorazione o anche come iniziativa solidale? Sì, ma c’è anche molto di più.

Una presunta componente spirituale

Non serve approfondire troppo per trovare, in qualsiasi pubblicità dell’Albero della Vita, una spiegazione dettagliatissima del suo profondo contenuto spirituale. Utilizzato in diverse culture e civiltà, sarebbe anche oggi “una fonte di forza spirituale, una connessione tra il mondo superiore e il mondo inferiore, offrendo saggezza, sicurezza e forza a chi lo porta”.

È quindi considerato un amuleto protettore, un talismano che difende da tutto ciò che è negativo – perfino dal malocchio – e che “è collegato a energie positive, a un sentimento di positivismo, guarigione, cura e rigenerazione, sia spirituale che corporale”, il che gli dona il suo aspetto pseudo-terapeutico del New Age, in cui ha tanta popolarità ogni riferimento ad armonia, buone vibrazioni o energia positiva.

A chi porta l’Albero della Vita si assicura che questo “apporterà quelle energie positive che lo faranno crescere come persona, come crescono i rami degli alberi nel tempo, per raggiungere l’abbondanza, la tranquillità e la prosperità tanto desiderate”. E non solo questo, perché è anche un “ponte tra questa vita e quella successiva”.

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni