Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 04 Febbraio |
San Giuseppe da Leonessa
Aleteia logo
Arte e Viaggi
separateurCreated with Sketch.

11 curiosità sulla basilica di San Marco di Venezia

VENICE

Marco Bertorello / AFP

Maria Paola Daud - pubblicato il 15/11/19

Quello che potremmo perdere con le inondazioni della città

Venezia sta subendo una gravissima inondazione. Il livello dell’acqua è arrivato a quasi due metri di altezza, e questo sta danneggiando varie chiese, tra cui la famosissima basilica di San Marco. La basilica ha subìto gravi danni, e il mondo intero è preoccupato per la possibilità di perdere un’eredità culturale incalcolabile.

Ecco alcune curiosità su questa splendida opera d’arte:

1 Il vero nome della basilica di San Marco è “basilica cattedrale patriarcale”.

VENICE
Maria Paola Daud - Aleteia

2 Inizialmente è stata costruita per ospitare le reliquie dell’evangelista San Marco nell’828. È stato il doge (magistrato supremo e massimo dirigente delle repubbliche marinare di Venezia e Genova) a far costruire la chiesa accanto al Palazzo Ducale.

VENICE
Maria Paola Daud - Aleteia

3 Secondo la tradizione, due mercanti veneziani rubarono le reliquie di San Marco ad Alessandria, dove si trovavano.

4 La prima chiesa venne distrutta nel 976 a causa di una rivolta, e due anni dopo venne sostituita da una nuova. Nel 1063 venne iniziata grazie al doge Domenico Contarini una nuova ricostruzione, che avrebbe portato alla basilica attuale.

VENICE
Maria Paola Daud - Aleteia

5 Per via delle varie ristrutturazioni e dei rifacimenti susseguitisi nel corso degli anni, la basilica non può essere identificata con un unico stile architettonico. Si potrebbe dire che sia di stile romanico, bizantino e gotico.

6 A differenza delle altre grandi basiliche e cattedrali del mondo, non spicca per l’altezza ma per la lunghezza, visto che Venezia è costruita su un terreno sabbioso e la base non potrebbe sostenere un peso eccessivo.

VENICE
Maria Paola Daud - Aleteia

7 La basilica è ornata sia nei portali esterni che in quasi tutto l’interno con splendidi mosaici. I primi mosaici di San Marco sono opera di artisti orientali, manodopera qualificata dell’Egeo, che vennero portati a Venezia.

Solo la basilica di San Marco ha un mosaico autocelebrativo, eseguito nel XIII secolo e collocato sull’arco settentrionale della facciata principale. È il mosaico del Portale di Sant’Alipio.

8 Anticamente la basilica era chiamata “Chiesa d’Oro” per i celebri mosaici dorati che ornano le cinque cupole che compongono la sua struttura a forma di croce greca. La cupola centrale è dedicata all’Ascensione, le altre ai profeti, alla Pentecoste, a San Giovanni e a San Leonardo. Le reliquie di San Marco si trovano presso l’altare sotto la cupola dei profeti.

9 Le reliquie del santo sono custodite all’interno della Pala d’Oro, impressionante opera d’arte dell’oreficeria bizantina e veneziana che comprende 255 pannelli d’oro smaltati e 2.000 pietre preziose. Il tesoro deriva dalla conquista di Costantinopoli a opera dei Veneziani e da doni di personaggi illustri, Papi e dogi, unito al lavoro degli abili artisti locali.

VENICE
Public domain

10 L’antica chiesa quasi perduta di San Marco è ora la cripta sotto il presbiterio dell’attuale basilica, un luogo molto suggestivo che purtroppo a causa delle inondazioni che interessano Venezia può essere visitato raramente.

11 La basilica si trova nell’unica grande piazza di Venezia, anch’essa chiamata San Marco, salone e cuore della città. Pronto a ricevere i visitatori è “el parón de casa”, come i Veneziani chiamano il grande campanile dalla cui cima si può vedere gran parte di questa splendida città.

VENICE
Maria Paola Daud - Aleteia
VENICE
Maria Paola Daud - Aleteia
Tags:
basilica san marcocuriositàvenezia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni