Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Dopo 46 anni, la veggente di Akita annuncia di aver ricevuto una nuova rivelazione

Irmã Agnes, Akita
Reprodução
Condividi

Suor Agnes, 88 anni, è guarita di recente da un tumore al collo e oggi presenta condizioni di salute conformi alla sua età

Nostra Signora di Akita è il titolo dell’apparizione mariana riferita nel 1973 dalla suora giapponese Agnes Katsuko Sasagawa nella regione di Akita, nel nord-est del Giappone. I messaggi che la Madonna le ha trasmesso sottolineavano l’importanza della preghiera e della penitenza.

Dopo 46 anni dall’ultimo messaggio riconosciuto dalla Chiesa come autentico, suor Agnes, che oggi ha 88 anni, ha riferito di aver ricevuto una nuova rivelazione privata il 6 ottobre scorso, verso le 3.30, quando secondo quanto ha riferito un angelo le è apparso dicendole:

“È bene che tu dica a tutti: copritevi di cenere e recitate il Rosario penitente tutti i giorni. E tu devi diventare una bambina e offrire sacrifici tutti i giorni”.

Suor Agnes ha detto di essersi chiesta se divulgare o meno il messaggio, ma nella Santa Messa di due giorni dopo la liturgia parlava della profezia di Giona, che predicava il pentimento mediante gli stessi segni chiesti dall’angelo. Ritenendo che quel messaggio di rivelazione privata non contraddicesse ciò che Dio ci chiede costantemente, ha deciso di riferire l’accaduto.

Il messaggio, tradotto in inglese, è stato diffuso negli Stati Uniti dall’emittente radiofonica cattolica WQPH, del Massachusetts, che interrogata sulla veridicità del racconto ha diffuso un comunicato ufficiale per sostenere le fonti che le avevano trasmesso il testo:

“Sappiamo che suor Agnes ha sofferto molto dall’ultimo messaggio di Akita, e ci preoccupa che questo nuovo messaggio, questo semplice appello al pentimento che abbiamo ottenuto attraverso fonti a lei vicine, abbia provocato nuove tribolazioni a lei e ai suoi confidenti. Non abbiamo alcun motivo per assumere rischi associati alla pubblicazione di una storia sensazionalista. Le fonti sono affidabili e coraggiose, e ci hanno chiesto di divulgare direttamente il suo messaggio. Il nuovo messaggio chiede che ciascuno di noi reciti quotidianamente un Rosario penitente e si copra di cenere come gli abitanti di Ninive quando ascoltarono la profezia di Giona. Finché non otterremo più informazioni dalla nostra fonte, chiediamo a voi, nostri fratelli e nostre sorelle in Cristo, di effettuare un discernimento, con fede e ragione, sulla veridicità del racconto, e vi ringraziamo per la prudenza e la devota preoccupazione per l’integrità dell’eredità di Nostra Signora di Akita e per la reputazione dei suoi messaggeri”.

Suor Agnes presenta condizioni di salute conformi alla sua età. Di recente è guarita da un tumore al collo.

Circa la nuova rivelazione privata che ha riferito, vari mezzi di comunicazione hanno osservato che è avvenuta nella data di apertura dell’Assemblea Speciale del Sinodo dei Vescovi per la Regione Pan-Amazzonica.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni