Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 02 Luglio |
San Bernardino Realino
Aleteia logo
For Her
separateurCreated with Sketch.

Maria Simma: tante anime attendono di entrare in Paradiso, preghiamo per loro

maria-simma.jpg

Giuseppe M | Youtube

Un'altra immagina di Simma.

MIENMIUAIF - MIA MOGLIE ED IO - pubblicato il 11/11/19

La mistica austriaca in contatto con le anime del Purgatorio ci insegna che la preghiera è mettersi a nudo davvero, mostrarsi come Mamma (Maria) ci ha fatto.

Novembre, mese dei morti. Non ho trovato nulla di meglio che guardarmi un vecchio video su YouTube di una conferenza con la mistica austriaca Maria Simma sulle anime del Purgatorio, con le quali sosteneva di essere in contatto. Nel video, Maria Simma legge su alcuni fogli A4 delle domande poste da se stessa a se stessa, e le relative risposte. Come si faceva una volta il catechismo, spiega il traduttore italiano, un signore elegante che non so perché ma mi ricorda un po’ Fausto Bertinotti. Il modo di parlare di Maria Simma è diretto, schietto. Mi ha subito dato l’idea di essere una persona autentica. E pure simpatica. Una nonna. Austriaca, ovviamente, quindi un po’ burbera. Ma buona. Tipo Mara Maionchi, quella di X Factor. Ma preferisco Maria Simma, Mara Maionchi non credo affronti questioni eterne come le anime del Purgatorio.




Leggi anche:
Con un’anima a 24 carati, ecco come ci vuole Dio

Grazie a Dio non sono io che devo determinare quanta verità ci sia nelle parole di Maria Simma, ma sicuramente mi è parsa una persona genuina. Senza posa. “Nuda”. Molto più nuda di Angelina Jolie che recentemente si è fatta ritrarre senza veli. E come Angelina Jolie tante altre che si mostrano come mamma le ha fatte. Invece Maria Simma si mostra come Mamma con la M maiuscola l’ha “fatta” e la vuole, come la Madonna l’ha cresciuta nella fede ed educata, visto che oltre a parlare con le anime del Purgatorio nutriva un grande amore per la Vergine e seguiva con interesse tutto ciò che accadeva in quegli anni a Medjugorje (è morta a 89 anni nel 2004). Maria Simma era profondamente mariana.

Vedere questo video mi ha spronato a intensificare la preghiera, perché la preghiera, anche quando siamo distratti, stanchi, ha sempre valore. Anzi, proprio quando ci riesce difficile bisogna fare uno sforzo in più e può darsi che quello sforzo faccia assumere alla preghiera ancora più valore, agli occhi di Dio, perché è una preghiera sofferta. Così dice Maria Simma, tradotta da Bertinotti, e poi spiega tanto altro, come la reale presenza di anime che attendono di entrare in Paradiso e che possono essere aiutate da noi e a loro volta aiutarci. D’altronde pregare per i vivi e per i defunti è un’opera di misericordia, non dovrebbe essere considerata fuffa da parte di noi cattolici, anche se intiepiditi come siamo oggi fatichiamo pure a credere nell’esistenza dell’Inferno.


man without head

Leggi anche:
Credi all’inferno? O sei un appassionato di fantasy o un medioevale!

E Angelina Jolie? Non la conosco di persona, come potete intuire, e avrà sicuramente delle qualità stupende, però secondo me i suoi veli se li può rimettere: novembre, oltre che il mese dei morti, è anche il mese in cui il clima si fa più rigido. È importante essere autentici, questo sì. Il desiderio di “mettersi a nudo” ha in sé qualcosa di estremamente vero e buono, che ci tocca nel profondo, ma si può mettersi a nudo più facilmente con un bel foularino da nonnina in testa come Maria Simma. Stilosissimo, fra l’altro.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO DA MIENMIUAIF

Tags:
preghierapurgatorio
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni