Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

L’Annunciazione: l’inversione totale e perfetta della nostra fortuna caduta

JOYFUL MYSTERY
Condividi

Una riflessione sul primo Mistero Gaudioso

“In quel terribile disastro in cui la ragione umana ha perso ciò che possedeva, e soprattutto la Verità per cui Dio l’aveva formata, nella mente dell’uomo si è mantenuto un vago e scomodo desiderio di recuperare alcune vestigia di quella verità” – Vescovo Jacques-Bénigne Bossuet

Quando i nostri progenitori sono caduti dallo stato di armonia in cui Dio li aveva creati, l’universo è stato spezzato, apparentemente in modo irreparabile. Mediante il loro primo peccato, hanno scambiato la vicinanza a Dio con la solitudine, l’essere creature con un dominio apparente, l’armonia con l’essere spezzati. Respingendo la Verità, si sono dichiarati autori della loro verità. Cosa avrebbe potuto salvarli? Cosa avrebbe potuto ripristinare l’amore e la pace che avevano conosciuto un tempo?

Quando tutto è perduto, quando la notte più oscura sembra più lontana dall’alba, una scintilla brilla all’orizzonte. È lì. È al confine del mondo, diventando un nuovo punto in cui la luce del paradiso converge sulla terra.

Leggi anche: Cosa significa il termine “Annunciazione”?

L’angelo le ha detto: “Lo Spirito Santo scenderà su di te, su te stenderà la sua ombra la potenza dell’Altissimo. Colui che nascerà sarà dunque santo e chiamato Figlio di Dio. Vedi: anche Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia, ha concepito un figlio e questo è il sesto mese per lei, che tutti dicevano sterile: nulla è impossibile a Dio”.

E Maria ha risposto: “Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto” (Luca 1, 34-38).

C’è una totale e perfetta inversione della storia. Se Eva era stata tratta dal fianco di Adamo, il Nuovo Adamo sboccia da questa Nuova Eva. Se una volta una libera scelta ha respinto i disegni del cielo, un nuovo “fiat” rivendica il progetto del Creatore come quello dell’umanità. Prima una donna era orgogliosa, ora è un’umile ancella. Come afferma Vincent McNabb, O.P., “in quel momento si è elevata in statura al di là delle stelle, e cogliendo il frutto dorato di Dio lo ha dato da mangiare agli uomini”.

Il “Sì” di Maria riecheggia in ogni assenso vocazionale. Al Battesimo, ai genitori viene chiesto se vogliono che il proprio bambino venga battezzato. Sull’altare a una coppia viene chiesto se vuole sposarsi. Ai seminaristi viene chiesto se vogliono essere ordinati. Non è una parola passiva. Il “Sì”, spinto dai movimenti della grazia divina, è attivo. “Sì” è la vetta della libertà; “Fiat” è il libero arbitrio che promuove la cooperazione sinfonica con i suggerimenti della Provvidenza.

Leggi anche: Novena a Nostra Signora dell’Annunciazione

Raggiungere Dio, proclamare il proprio consenso al suo progetto divino, si scontra violentemente con il dominio del peccato. Dio guarisce il nostro desiderio ferito di Verità ispirandoci ad aggrapparci a Lui.

Nelle parole pronunciate all’Annunciazione, la Provvidenza decreta che la Verità, una volta dimenticata, è ora nota.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.