Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 17 Ottobre |
Sant'Ignazio di Antiochia
Aleteia logo
home iconSpiritualità
line break icon

Mio figlio (la mia opera, il mio progetto) mi ha deluso: Dio si contraddice?

By Marian Fil/Shutterstock

padre Carlos Padilla - pubblicato il 30/10/19

Nell’anima di Francesco sorgono i dubbi. Arrivano le paure. Di fronte a quell’apparizione di Gesù, Francesco trema e teme di donare tutto. Soffre, trema, suda.

Si unisce a Gesù stesso nel Getsemani. Vuole che passi quel calice. Ma alla fine, come Gesù stesso, in un atto d’amore e santa generosità, offre tutto a Dio.

Mette le sue sfere d’oro nelle mani di Dio. Le offre come Abramo il figlio. Cosa vuole Dio ora? Gli dà tutto. È libero.

Ormai è davvero povero, fino all’estremo. Non possiede assolutamente nulla. È stato spogliato di tutto. Separato da ciò che ama di più.

E ora sulla sua pelle sono impresse le piaghe di Gesù. L’espressione del suo amore profondo per suo figlio. I segni dell’amore crocifisso.

Francesco ormai appartiene interamente a Dio. Non è padrone di nulla. Neanche dei suoi sogni o dei suoi desideri. È tutto di Dio. Ed egli è solo il suo povero figlio che sogna di amare Gesù per sempre.

Penso a Francesco e mi commuove il suo “Sì” da bambino. Si getta nel vuoto e dona tutto.

Non sento a volte nel mio cuore che dico di dare tutto a Dio ma custodisco nella mia anima qualcosa di sacro? Trattengo quello che amo di più.

Scrivo belle preghiere, poesie gradevoli. Trasferisco in immagini la vita intera. Ma sono solo parole. E le parole non sanguinano né fanno male.

La vita è più difficile, e l’anima custodisce tesori nascosti. È come il pezzo di legno per il naufrago nella tempesta. Che nome hanno le mie sfere d’oro?

Credo quasi che siano amate da Dio e facciano parte del suo progetto d’amore. Ed è stato davvero Lui a metterle sul mio cammino. Perché le amassi, perché mi sostenessero.

Non me le chiede perché mi fanno del male, perché non è vero, danno senso alla mia vita. Sono il mio tesoro santo. Un balsamo nel dolore. Il sostegno che abbraccio a volte con timore, tremando.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
delusionediofigli
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
“Dio ti darà dei segni”. Quel messaggio di Carlo Acutis all’amica...
2
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
3
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
CARLO ACUTIS
Silvia Lucchetti
“I primi miracoli mio figlio li fece il giorno del funerale”
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
ORDINATION
Francisco Vêneto
Ex testimone di Geova verrà ordinato sacerdote cattolico a 25 ann...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni