Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 13 Maggio |
San Pancrazio
home iconStile di vita
line break icon

Com’è nata l’industria di profumi? Anche grazie a dei monaci certosini

parfum

© Galina F - Shutterstock

Daniel R. Esparza - pubblicato il 28/10/19

Nel 1380, l'acqua di un delicato bouquet divenne il primo profumo dell'isola di Capri

Carthusia Perfumes è una marca di profumi esclusiva con sede a Capri. Nel 1948, l’allora priore del monastero certosino di San Giacomo (il più antico di Capri, costruito nel 1371) scoprì alcune formule di antichi profumi custodite per secoli nella biblioteca del monastero.

Con il permesso di Papa Pio XII, il priore entrò in contatto con un chimico piemontese, e insieme crearono quello che all’epoca era “il più piccolo laboratorio di profumi al mondo”. Ancora oggi fabbricano i loro profumi artigianalmente, seguendo le antiche procedure monastiche.

Questo lavoro delicato risale al secolo in cui venne fondato il monastero. Qualche anno dopo la fine della sua costruzione, nel 1380, il priore fu colto di sorpresa alla notizia che la regina che aveva donato il terreno del monastero, Giovanna d’Angiò, si sarebbe recata lì in visita ufficiale. Il priore si affrettò allora a organizzare un omaggio floreale raccogliendo i fiori più belli dell’isola per offrirli alla sovrana.

Quando la regina se ne andò, mentre i fiori venivano gettati via, il priore notò che la loro acqua (che non era stata cambiata per tre giorni) acquisiva una fragranza a lui sconosciuta. La portò da un monaco botanico, che ne studiò la formula. Quell’acqua, secondo la storia, è diventata il primo profumo di Capri.

Un’altra leggenda dice che fu un monaco certosino nel 1792 a creare un profumo come dono di nozze per un commerciante tedesco: una ricetta segreta per un’“acqua miracolosa” (“aqua mirabilis”) considerata adatta all’uso sia interno che esterno. Con la ricetta, quel commerciante stabilì una piccola fabbrica a Colonia, vendendo la prima “acqua di Colonia”, la famosissima eau de Cologne.

Tags:
monaciprofumo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
rosary
Aleteia
Sapete quali sono i sacramentali istituiti dalla Madonna?
7
Gelsomino Del Guercio
Marino Bartoletti: mi sono affidato alla Madonna dopo la morte di...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni