Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Le reliquie più rare e insolite che si trovano in Italia

RELIC
Condividi

Per citarne qualcuna: il bastone di San Giuseppe, il piatto su cui venne poggiata la testa di San Giovanni Battista, la pelle che vestiva il Battista, la lingua di Sant’Antonio…

Clicca qui per aprire la galleria fotografica

Migliaia di reliquie sono disseminate in tutta l’Italia. Molte di loro, le più antiche, sono state portate nella capitale dell’Impero Romano da Sant’Elena, madre dell’imperatore Costantino.

Alcune sono così sorprendenti da lasciare a bocca aperta non solo i fedeli, ma anche grandi eruditi. Di alcune è stata confermata l’autenticità grazie agli strumenti di indagine archeologica più avanzati, ma ce ne sono altre su cui, di fronte al dubbio relativo alla legittimità, si continua a indagare.

Sono talmente tante che in questa sede menzionerò solo alcune delle più insolite.

Nel Sancta Sanctorum, il luogo più santo di Roma, si trovano varie reliquie importanti, come il santo ombelico e il santo prepuzio del Bambin Gesù, i sandali di Cristo, il bastone con cui venne colpito durante l’incoronazione di spine, la pelle che vestiva San Giovanni Battista, la spalla di San Matteo, la mandibola di San Bartolomeo, la Scala Santa che Gesù salì per essere giudicato e due colonne del tempio di Salomone.

Vicino al Sancta Sanctorum, nella basilica di San Giovanni in Laterano, in una delle sue cappelle si trova la tavola in cui Gesù consumò l’Ultima Cena, dietro al quadro che rappresenta questo momento memorabile della storia della cristianità.

Nella basilica di Santa Maria Maggiore si trovano i resti della culla di Gesù.

Nella cattedrale di Spoleto c’è un pannolino di Gesù.

Della Vergine Maria possiamo menzionare il Sacro Latte, la fede nuziale e la sacra cintura.

Eccone alcune dei santi: il bastone di San Giuseppe, il piatto su cui venne poggiata la testa di San Giovanni Battista, la pelle che vestiva il Battista (Sancta Sanctorum), la lingua di Sant’Antonio (basilica di Sant’Antonio a Padova), il seno di Sant’Agata (Catania), un tronco d’ulivo fiorito al contatto con il corpo di San Pantaleone, parte del braccio di San Rocco (chiesa di San Rocco a Roma).

Ci sono poi una piuma dell’arcangelo San Michele, i sandali e un piatto di San Filippo Neri, il piede di Maria Maddalena (chiesa di San Giovanni dei Fiorentini), un dente di Sant’Apollonia, le catene che imprigionarono San Pietro (San Pietro in Vincoli, Roma). La lancia di San Longino che trafisse il costato di Gesù si troverebbe nella basilica di San Pietro in Vaticano.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni