Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 11 Aprile |
Domenica dell'Ottava di Pasqua
home iconStile di vita
line break icon

Questo documentario fa capire perché l’eutanasia non è la dolce morte

Catholic Link - pubblicato il 23/10/19

Morte dignitosa

Credo che quando si parla di morte dignitosa, come sostengono i promotori dell’eutanasia, si stia cadendo in un approccio parziale e riduttivo, perché non si tiene conto del fatto che morire in modo dignitoso non significa solo eliminare a tutti i costi la sofferenza, ma che al momento della morte si rispetti il valore di quella persona, si consideri che è un essere con un corpo, un’anima e uno spirito che hanno bisogno di essere assistiti con reverenza.

Morire in modo dignitoso implica il fatto che la persona venga assistita con cura, accolta con amore, con tenerezza e affetto, cercando il suo massimo benessere. Che non sia sola, sia preparata e in pace per questa transizione di vita.

Mi chiedo se le persone abbiano trovato nell’eutanasia una vita d’uscita. Sarà perché nessuno ha offerto loro un’alternativa? Troverebbero un senso diverso alla loro vita se qualcuno si offrisse di camminare con loro e di alleviare il loro dolore?

Mi chiedo anche se le società non considerino troppo poco le cure palliative piuttosto che pensare subito all’eutanasia. Sicuramente le cure palliative sono più esigenti, a livello non solo di risorse materiali, ma anche di impegno e di compassione da parte dei professionisti.

Conclusione

I tempi attuali esigono che le nostre posizioni e i nostri atteggiamenti abbiano una base solida. Che ci informiamo e formiamo bene per poter comprendere il senso di ciascuna delle realtà che a volte si promuovono e acquistano importanza per le voci che parlano più forte, non necessariamente dicendo ciò che è vero o moralmente corretto.

Qui l’articolo originale pubblicato su Catholic Link.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
eutanasia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni