Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 16 Ottobre |
Santa Margheria-Maria Alacoque
Aleteia logo
home iconChiesa
line break icon

Via Crucis per i popoli e i martiri dell’Amazzonia

You Tube

Vatican News - pubblicato il 20/10/19

Da Castel Sant’Angelo a Piazza San Pietro, fedeli e padri sinodali in preghiera per i diritti della più grande foresta del mondo

di Michele Raviart – Città del Vaticano

Una Via crucis da Castel Sant’Angelo a Piazza San Pietro ha ricordato oggi i martiri e diritti violati dell’Amazzonia, tema del Sinodo in corso in Vaticano. Al pellegrinaggio, organizzato dalla Repam e da “Amazzonia casa comune”, hanno partecipato fedeli da tutto il mondo e alcuni padri sinodali.

Per i martiri dell’America latina

I canti dei fedeli ricordano la violenza e la repressione dei popoli indigeni dell’Amazzonia. A decine, tra copricapi tipici e strumenti tradizionali, hanno camminato in processione per via della Conciliazione, pregando anche nella Chiesa di Santa Maria in Transpontina. Per ogni stazione della Via Crucis è stato ricordato uno dei martiri dell’America latina e uno dei diritti violati in Amazzonia, tanto delle persone quanto dell’ambiente, come deforestazione e sfruttamento petrolifero.

Una croce per la foresta

Foto dell’Amazzonia e dei loro popoli sono state inchiodate alla croce, mentre a turno i fedeli hanno scritto su una tela bianca i loro pensieri per la salvezza della grande foresta sudamericana. Al termine della Via Crucis sono stati scoperti alcuni disegni di Adolfo Pérez Esquivel, pacifista argentino e Nobel per la pace nel 1980.

Cardinale Barreto: l’Amazzonia torna al centro

Tra i padri sinodali presenti anche il cardinale Pedro Ricardo Barreto Jimeno, arcivescovo di Huancayo, vice presidente della Rete Ecclesiale Panamazzonica (REPAM) . Gli indigeni sono i principali protagonisti di questo sogno che sta diventando realtà, dalla periferia esistenziale e geografica che è l’Amazzonia al centro della cristianità che è Roma, ha affermato. La Via Crucis, ha aggiunto, significa che “Cristo è con noi e ci accompagna. Soffre in questi fratelli e per questo ringraziamo Dio perché stiamo vivendo la sua risurrezione, la gioia del Vangelo”.

Qui l’articolo originale tratto da Vatican News

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
“Dio ti darà dei segni”. Quel messaggio di Carlo Acutis all’amica...
2
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
3
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
CARLO ACUTIS
Silvia Lucchetti
“I primi miracoli mio figlio li fece il giorno del funerale”
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
BERGOGLIO
Gelsomino Del Guercio
“Se non mi sposo con te, mi faccio prete”. Così parlò il futuro P...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni