Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 26 Luglio |
San Giacomo il Maggiore
home iconNews
line break icon

Chiesa di Gesù Bambino del Gallinaro: indagate 15 persone. Sospette operazioni finanziarie

Youtube

Il culto del Gallinaro in un'immagine del 9 settembre 2018

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 16/10/19

La Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme nel mirino di una inchiesta della Procura di Cassino. Ecco i dettagli

La gestione del patrimonio e dei flussi di denaro accumulati con donazioni da ogni parte d’Italia. Su questi aspetti ruota l’inchiesta della Procura di Cassino che ha fatto scattare perquisizioni e sequestri ai promotori e seguaci della Chiesa cristiana universale della nuova Gerusalemme con sede a Gallinaro, in provincia di Frosinone. Quindici gli indagati a vario titolo per reati che vanno dalla truffa alla circonvenzione d’incapace.

Le perquisizioni

Le perquisizioni hanno riguardato le abitazioni, le società e luoghi di culto riconducibili a soggetti vicini alla Chiesa cristiana universale della nuova Gerusalemme di Gallinaro e diffusa in diverse regioni italiane. Poche, pochissime le informazioni trapelate, certo è che sono stati visitati abitazioni e altri luoghi nelle province di Frosinone, Napoli, Aosta e Parma e sono stati sequestrati telefoni cellulari e documenti.

Il provvedimento della Magistratura

«Il provvedimento – è stato spiegato in un comunicato interforze – scaturisce da un’attività d’indagine volta a svolgere accertamenti e verifiche a seguito di numerose segnalazioni pervenute in ordine a presunte indebite condotte di varia natura, realizzate dai promotori e seguaci del credo religioso». Ciò vuol dire che la Procura ha ricevuto segnalazioni su presunte irregolarità nella gestione della Chiesa cristiana universale della nuova Gerusalemme ed ha avviato gli accertamenti.

© Casa Serena del Bambino Gesù

La difesa dell’avvocato

Durante le operazioni di polizia giudiziaria tutti i destinatari del decreto hanno mostrato collaborazione e nel pomeriggio di ieri a parlare, quale difensore di diversi indagati, è stato l’avvocato Attilio Turchetta. «Come difensore – ha spiegato – ribadisco la piena fiducia dei miei assistiti nell’operato della magistratura pur manifestando altresì vivo stupore per l’eclatante e ingente dispiegamento delle forze dell’ordine impiegato. I responsabili della chiesa – ha aggiunto poi il legale – hanno sempre agito con trasparenza e linearità di condotta com’è facilmente riscontrabile da chiunque li conosca. Sono desideroso di poter conoscere gli atti di indagine per poter con maggior dovizia chiarire ogni aspetto della vicenda» (Il Mattino, 12 ottobre).




Leggi anche:
Il culto del Gesù Bambino di Gallinaro prosegue nonostante la scomunica del Papa

Operazioni finanziarie sospette

Al centro di tutto, secondo Ciociaria Oggi (13 ottobre) ci sarebbero gli aspetti finanziari, le donazioni in denaro (tra cui anche il 5 per mille) o in beni immobili ricevute dall’ente di culto che venera il Bambinello di Gallinaro, le modalità con cui sono state ottenute finora e l’effettiva destinazione dei fondi raccolti.

Il culto del Gallinaro

Va ricordato che tale culto risale al 13 giugno del 1947 quando una bimba, Giuseppina Norcia, raccontò di aver visto Gesù Bambino scendere dal cielo in una nuvoletta; nel corso degli anni venne costruito il santuario. Quel luogo è diventato meta di migliaia di fedeli. Nel 2008 Maria Giuseppina Norcia è morta lasciando le responsabilità della chiesa al genero, Samuele Morcia, oggi pontefice massimo della chiesa scismatica della Nuova Gerusalemme (Il Sussidiario, 15 ottobre).




Leggi anche:
Per questo il Papa ha scomunicato i fedeli del “Bambinello di Gallinaro”

Tags:
chiesa universale nuova gerusalemmegesù bambino gallinaroindagini
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
Catholic Link
Una guida per l’esame di coscienza da ripassare prima di og...
4
Gelsomino Del Guercio
Cesare Cremonini indica al cardinale Zuppi “la strada per i...
5
MASS
Gelsomino Del Guercio
Niente Green Pass per andare a messa: la precisazione del Governo
6
Theresa Aleteia Noble
I consigli di 10 sacerdoti per una confessione migliore
7
José Miguel Carrera
La lettera di un giovane ex-protestante convertitosi al cattolice...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni