Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 17 Maggio |
Ascensione
home iconSpiritualità
line break icon

Come Dio mi calma quando mi invade la paura

SERENE

Shutterstock

padre Carlos Padilla - pubblicato il 12/10/19

Che senso ha soffrire e piangere per le ingiustizie? Il senso della mia vita lo conosce solo Dio. Io mi conformo a camminare seguendo un Dio nascosto

Spesso le persone vengono da me a chiedere spiegazioni. Com’è possibile che Dio non ascolti le suppliche e le richieste che gli rivolgo? Dov’è quel Dio misericordioso che non dovrebbe lasciarmi mai solo?

L’uomo supplica e sembra che Dio si nasconda. Forse parla di nascosto e le sue grida sono sussurri e le sue carezze solitudini? Come sentire la sua voce e comprendere le sue motivazioni?

Guardo quel Dio nascosto nella mia anima. Quel Dio che tace, si nasconde e aspetta. Non dice nulla. Non mi spiega perché le cose sono come sono.

E a me manca la pazienza. Ho bisogno di risposte immediate. La poca pazienza che ho si esaurisce, e vorrei avere tra le mani quello che tanto desidero. Dice il profeta:

“Fino a quando griderò, o Signore, senza che tu mi dia ascolto? Io grido a te: «Violenza!» e tu non salvi. Perché mi fai vedere l’iniquità e tolleri lo spettacolo della perversità? (…) Mi rispose il Signore: (…) Il giusto vivrà per la sua fede”.

Vedo tanta violenza intorno a me, e chiedo aiuto. Vedo tante cadute e disgrazie, e la mia anima soffre commossa. Mi è chiaro che Dio è buono, è una certezza, ma non smetto di vedere ingiustizie e violenze intorno a me.

Perché Dio non fa qualcosa per trasformare il male in bene e per guarire tanti cuori feriti? Ha tanto potere e resta in silenzio.

Il cuore si ribella di fronte alle ingiustizie che vedo. So che Dio ha misericordia e mi sostiene, ma sembra non starci nei momenti chiave, quando ho più bisogno che salga sulla mia barca.

Egli dorme e io remo perduto tra le onde. E mi dice che mi salva dalla fossa perché sono giusto, ma spesso mi sento comunque nella fossa, abbandonato, e non sento la sua presenza dietro di me.

Mi è chiaro che mi esorta a camminare tra le mie paure e a vincere tutte le mie insicurezze, ma mi mancano la sua voce e il suo abbraccio.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
diopaura
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
3
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
4
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Henry Vargas Holguín
Quali peccati un sacerdote “comune” non può perdonare?
7
Padre Maurizio Patriciello
L’amore di un prete per i fratelli omosessuali e le sue pre...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni