Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

I poliziotti ecuadoregni recitano il Padre Nostro in mezzo alle proteste

Condividi
di Silvana Ramos

I minuti prima di uno scontro non devono essere affatto facili. Anche quando il corpo e la mente sono allenati, credo che si tratti di momenti molto intensi, in cui magari si fanno strada paura e angoscia.

La paura è non solo quella di perdere la vita e di lasciare le persone che si amano di più, ma anche quella di disumanizzarsi, di togliere la vita agli altri, di lasciare ferite profonde che magari impiegheranno molto a guarire, o forse non guariranno mai.

Le forze armate lottano per garantire l’ordine e la pace, per difendere la Nazione e la sua sovranità. A noi civili spetta di capire ciò che si può verificare nella mente dei poliziotti o dei soldati.

Magari non ne avessimo bisogno, magari la guerra non esistesse… siamo fragili in moltissimi sensi, e la violenza tra fratelli è all’origine di tutto. Caino e Abele, conflitti interni, Nazioni che si scontrano, sete di potere, invidia, avidità, gelosia, malattie del corpo e dell’anima…

Assistere a tutto questo è triste, perché il cuore si commuove sia per la vittima della violenza che per colui che la esercita, perché è inevitabile che entrambi subiscano ferite profonde e a ogni livello.

È lecita la violenza, è lecita la guerra? Nel mondo si vivono innumerevoli conflitti, i cristiani vengono perseguitati, poliziotti e popoli si scontrano per crisi politiche o economiche. La violenza affiora insieme alla disperazione. La giustizia diventa difficile da vedere, ma è necessario trovarla.

Qualche giorno fa in Ecuador si è scatenata una serie di proteste a causa della situazione politica e di alcune misure economiche adottate. In mezzo a tutto questo, è diventato virale un video che mostra i poliziotti mentre recitano il Padre Nostro prima di ripristinare l’ordine.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.