Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 30 Luglio |
San Pietro Crisologo
home iconStile di vita
line break icon

È stato San Benedetto a inventare il riposino pomeridiano?

SLEEPING; BENEFITS

©Shutterstock

Philip Kosloski - pubblicato il 09/10/19

Il riposino pomeridiano è popolare in molti Paesi, soprattutto dell’area mediterranea, e consiste in una pausa dal lavoro dopo il pranzo per fare un sonnellino prima di tornare ai propri doveri quotidiani.

È interessante che la parola che nel mondo ispanofono indica questo riposino, “siesta”, derivi dal latino e indichi l’ora sesta della giornata, in genere verso mezzogiorno. Ci si riferisce in questo modo anche alla preghiera di mezzogiorno dei monaci, che interrompono le loro attività per pregare a metà giornata.

Questa tradizione di preghiera e di sonno verso l’ora di pranzo può essere fatta risalire a San Benedetto da Norcia, monaco del VI secolo che ha rivoluzionato il monachesimo cristiano. Nella sua Regola, il santo scriveva della necessità che i monaci riposassero dopo la preghiera di mezzogiorno e il pranzo:

“Dopo l’ufficio di Sesta e il pranzo, quando si alzano da tavola, riposino nei rispettivi letti in assoluto silenzio e, se eventualmente qualcuno volesse leggere per proprio conto, lo faccia in modo da non disturbare gli altri”.

Si crede che il sonnellino fosse un elemento fondamentale della vita greco-romana, ma solo con San Benedetto è stato “codificato” come parte ufficiale di una “regola”.

Negli ultimi anni, i medici hanno riscoperto i benefici fisici e mentali del sonnellino, che ha iniziato a scomparire in molti Paesi moderni per via del bisogno percepito di massimizzare il tempo durante la giornata ed eliminare i momenti in cui non si lavora.

San Benedetto sapeva in base alla sua esperienza che i sonnellini pomeridiani avrebbero portato benefici sia al corpo che all’anima e avrebbero permesso ai monaci di mantenere più facilmente il loro programma rigoroso di lavoro e preghiera.

Se vi trovate in una situazione in cui è possibile permettersi un sonnellino dopo pranzo, ringraziate San Benedetto e godetevelo, preparandovi ad affrontare qualsiasi altro compito vi aspetta nella giornata.

Tags:
ripososan benedetto
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
JENNIFER CHRISTIE
Jeff Christie
Mia moglie è rimasta incinta del suo stupratore – e io ho accolto...
2
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
BENEDYKT XVI O KAPŁAŃSTWIE
Gelsomino Del Guercio
Nella Chiesa “separare i fedeli dagli infedeli”. La stoccata di B...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
7
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontan...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni