Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Arcivescovo: “La devozione alla Madonna provoca attacchi del demonio alla Polonia”

MAN,ROSARY,WARSAW,POLAND
fot. za zgodą Męski Różaniec Warszawa/Facebook
Condividi

“Satana non riesce ad accettare il culto alla Madre di Dio e a San Michele Arcangelo, ma non vincerà. Satana non ha accesso a un cuore umile”

L’arcivescovo monsignor Józef Michalik, di Przemysl, in Polonia, ex presidente della Conferenza Episcopale del Paese, ha affermato durante la sua omelia del 29 settembre, festa dei Santi Arcangeli, che la Polonia subisce attacchi particolari da parte del demonio per via della devozione del popolo polacco alla Santissima Vergine Maria. Monsignor Michalik ha anche invocato sul suo popolo la protezione di San Michele Arcangelo nel santuario a lui dedicato nella località di Miejsce Piastowe.

Dichiarando che le Nazioni cattoliche suscitano maggiormente l’odio del demonio, e quindi ne soffrono maggiormente gli attacchi, l’arcivescovo ha citato il caso dell’Irlanda, Paese tradizionalmente cattolico in cui vent’anni fa più del 70% dei fedeli assisteva alla Messa. Dieci anni fa la percentuale dei cattolici praticanti era crollata alla metà, e oggi raggiunge a malapena il 10%. Monsignor Michalik ha sottolineato che, per via dell’allontanamento della fede da parte del suo popolo, l’Irlanda si è anche allontanata da convinzioni fondamentali legate alla vita e alla famiglia, legalizzando l’aborto e ridefinendo giuridicamente il concetto di matrimonio.

“C’è un attacco contro la Polonia”, ha avvertito parlando poi del suo Paese. “Satana non riesce a sopportare il culto alla Madre di Dio e a San Michele Arcangelo. Abbiamo bisogno di essere custoditi dalla sua protezione. Il demonio non ci vincerà. Dovete confidare umilmente nell’aiuto di Dio”.

L’arcivescovo ha ribadito la missione di San Michele Arcangelo di cooperare alla realizzazione del progetto di salvezza, e ha aggiunto: “Per questo, tutte le persone a favore di Dio e desiderose di implementare questo progetto di Dio dovrebbero ricorrere a Lui per chiedere aiuto”.

Monsignor Michalik ha anche ricordato alcune dichiarazioni in cui Papa Francesco ha sottolineato la realtà dell’esistenza del demonio, e quindi la nostra necessità di essere prudenti per discernere le sue tentazioni.

“Non dimenticate: non avete bisogno di aver paura di Satana e delle sue tentazioni. Siamo figli di Dio! Egli si prende cura di noi. È vicino a noi. A volte ci dimentichiamo di invocarli, ma il nostro Angelo Custode e l’Arcangelo Michele ci aiutano. Dovete semplicemente credere in Dio e ricordare che Satana non ha accesso a un cuore umile”.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.