Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Pregare per le coppie sottoposte al “celibato geografico”

Por GaudiLab/Shutterstock
Condividi

Non è scontato che si mantenga una relazione coniugale soddisfacente quando i coniugi sono temporaneamente separati per ragioni personali, mediche o professionali. Questa preghiera vi invita a chiedere al Signore la forza e il coraggio per vivere serenamente questa separazione e la grazia di sviluppare un’altra forma di spiritualità coniugale.

“La preghiera genera l’amore”, diceva padre Henri Caffarel, fondatore delle Équipes Notre-Dame. E allora perché non approfittare del tempo di una separazione geografica per cominciare a pregare insieme e fortificare il vostro amore in un momento in cui l’assenza e la solitudine potrebbero destabilizzarlo?

Signore,
ti ringrazio per lo/a sposo/a che tu mi hai dato e che io ho scelto di amare fedelmente per tutta la mia vita. Anche se in questo momento le circostanze ci impediscono di vivere fianco a fianco e di condividere la quotidianità, fa’ in modo che questa separazione non alteri l’amore reciproco che ci portiamo. Dacci al contrario la grazia di farlo crescere e di scoprire un’altra relazione, più spirituale.

Signore, riempi il mio cuore del Tuo dolce calore quando la solitudine o l’abbattimento si fanno troppo intensi. Metti un freno alla mia immaginazione e proteggimi dalle tentazioni perché io resti fedele al sacramento che ci lega. Conservaci uniti e forti malgrado l’assenza, costanti nei nostri sforzi e riempiti della speranza che Tu ci dài.

Signore, Ti domandiamo perdono per tutti i momenti di scoramento, durante i quali in realtà Tu non ci domandi che una cosa: l’autorizzazione a dimorare tra noi. Allora insegnaci, Signore, ad aprire i nostri cuori alla Tua presenza nel mezzo della nostra coppia, perché tutti e due, malgrado la distanza, possiamo brillare del Tuo amore.

Amen.

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni