Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 22 Ottobre |
San Giovanni Paolo II
Aleteia logo
home iconStorie
line break icon

Quando mia moglie e il Piccolo Fiore hanno unito le forze e mi hanno donato un miracolo

SAINT THERESE

Pack-Shot | Shutterstock

Larry Peterson - pubblicato il 01/10/19

Era il Natale del 1980. Avevamo tre bambini piccoli, niente soldi e le cose si stavano mettendo male. Avevo ricevuto assistenza sanitaria dai Servizi Sociali della contea, buoni alimentari e prescrizioni (il nostro Billy, di 7 anni, era asmatico, e aveva bisogno di inalatori e altre cose che non ricordo; Loretta aveva il diabete e aveva bisogno di alcuni farmaci che la aiutassero a mantenere gli zuccheri nel sangue a livelli accettabili – l’insulina sarebbe arrivata solo qualche anno dopo).

E poi è arrivato il Piccolo Fiore.

Giovedì, 8 gennaio 1981, era il compleanno di Loretta. Avevo portati bambini a scuola, e tornando a casa avevo preso gli Egg McMuffins da McDonald’s. Loretta li adorava, ed era la sua festa. Mary aveva solo tre anni, e so di averle portato qualcosa, anche se non ricordo cosa fosse.

Quando sono tornato a casa, mia moglie era vicino al tavolo del soggiorno. Aveva le braccia tese e un sorriso che andava da un orecchio all’altro. Stavo cercando di capire cosa stesse succedendo. “Beh”, ha detto lei, “cosa ne pensi?”

Non ho detto niente, ma sul tavolo c’erano tanti biglietti di auguri, tutti aperti e disposti uno vicino all’altro a formare un semicerchio. Lei ha indicato i biglitti e ha detto (ricordo le parole come se fosse ieri): “Oggi è il mio compleanno, e ho ricevuto l’unico regalo che volevo”.

“Dimmi cosa sta succedendo”, le ho detto. “Cosa mi sono perso?”

“Guarda i biglietti, guardali! Ciascuno è pieno di rose. Ho recitato una novena a Santa Teresa perché tu migliorassi e guarda! Non conosco nemmeno la metà delle persone che li hanno mandati, ma ogni biglietto ha sopra delle rose. Starai bene. Ce lo ha detto Santa Teresa. Starai bene”.

Non c’è stata una guarigione istantanea, ma quel giorno ho messo via le stampelle e ho iniziato a usare un bastone normale. Ho cominciato a fare riabilitazione e tre mesi dopo stavo molto meglio di quanto mi aspettassi. Dopo un po’ ho anche abbandonato il bastone. Se mi vedeste oggi non immaginereste mai che sia stato colpito dalla sclerosi multipla. L’urologo che ha curato il mio tumore alla prostata, un grande medico, mi dice: “Penso che abbiano commesso un errore. Non credo che tu abbia la sclerosi multipla”. La maggior parte dei miei amici non lo immagina nemmeno, solo qualcuno che mi conosceva già all’epoca.

Il nostro quarto figlio è morto quando Loretta era al sesto mese di gravidanza. Era una bambina, e l’abbiamo chiamata Therese. Sono così contento che l’abbiamo fatto.

Buona festa, Piccolo Fiore. Ti voglio bene. Grazie ancora.

  • 1
  • 2
Tags:
santa teresa di lisieuxsclerosi multipla
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis e quella “rivelazione”: “I miei angeli custodi sono ...
2
MARCELLO BELLETTI
Annalisa Teggi
Un padre, una madre e 7 figli. Non è follia ma sovrabbondanza
3
VENEZUELA
Ramón Antonio Pérez
Quando la vita nasce dall’abuso atroce di una ragazza disabile
4
Paola Belletti
Il tuo bimbo ancora in utero ti ascolta e impara già prima di nas...
5
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
SQUID GAME, NETFLIX
Annalisa Teggi
Squid game, il gioco al massacro è un mondo senza misericordia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni