Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!
Aleteia

Padre Amorth e gli italiani: “Un popolo di battezzati che vivono da pagani!”

GABRIELE AMORTH
Vandeville Eric/ABACA/EAST NEWS
Condividi

“Perbacco! Che religione è questa?”, si domandava padre Amorth – che non le mandava a dire – guardando ai suoi connazionali. Senza fede e senza figli il diavolo guadagna terreno e gli esorcisti aumentano il lavoro. Cristiani impauriti e nascosti, evitano di dimostrarsi praticanti in società… persino i preti cercano di “confondersi” tra la folla…

Anche il clero tende sempre di più a “confondersi” rifiutando l’abito religioso. Amorth critica anche i suoi confratelli:

«Vorrei fare qui un esempio traendolo dalla Società San Paolo. Ti dico solo che siamo forse un’ottantina in questa casa. In due portiamo l’abito talare.[…] Ci sono io, prete, e c’è un discepolo, che ha sempre la talare. Ecco invece questa abitudine del clero di camuffarsi, di voler essere come gli altri…»

Un paese che ha perso la fede, dunque. Ma, oltre alle chiese, Amorth sottolinea che anche le case sono vuote, perché l’Italia (salvo poche eccezioni) ha smesso di fare figli e di educarli alla fede. Così parlava il sacerdote esorcista:

«Le chiese sono più che altro vuote. E sono sempre più vuote anche le case, perché c’è scarsità di bambini. Mi pare che oggi l’Italia sia la nazione che ha il minor numero di nascite al mondo, in proporzione alle altre nazioni. Un figlio, due figli, molte volte niente. Le famiglie di una volta con dieci, quindici figli, dove le trovate? Certamente, in Italia qualche famiglia numerosa ancora c’è. Ma sono assolute eccezioni. Se le mamme fanno da mamme, oggi molte volte il marito, pur impiegato, percepisce uno stipendio che non basta a sostenere la famiglia, per cui anche la moglie è costretta a lavorare. E allora un figlio, due figli, sono anche troppi».

Amorth si dice anche preoccupato riguardo alla mancanza di una educazione da parte dei genitori che, troppo spesso, delegano ad altri il ruolo di educatori: in particolare al web, alla televisione, alle scuole e all’ambiente circostante:

«I figli molte volte vengono educati inizialmente, fino a dieci anni, dai genitori. Dopo vengono educati dalla televisione, da internet, dagli amici, dai compagni di scuola, dai compagni di lavoro, dagli ambienti che frequentano».

«Ecco qual è la vita del cosiddetto cristiano che vive in Italia». Ma in Europa le cose non vanno certo diversamente. Quasi ovunque, infatti, si vive come se Dio non ci fosse, approvando leggi (come l’aborto e il divorzio) che sono contro Dio, “contro la religione”».

«[…] Anche nelle altre nazioni europee non è che le cose siano molto rosee. E infatti, vedete come sono stati approvati, quasi dappertutto, sia l’aborto sia il divorzio, che sono così decisamente contro la religione. Ecco che allora ci sono oggi più colpiti dal demonio che in passato, e noi abbiamo così tante richieste che non riusciamo a tenerci dietro».

Ecco dunque spiegato perché il demonio ha sempre più successo e gli esorcisti sempre più lavoro. Chi sceglie di rifiutare Dio sta scegliendo il diavolo, perché – e questo padre Amorth lo ha ripetuto centinaia di volte – o si vive per Dio, o per il demonio. Per questo Dio, attraverso la Vergine Maria, richiama l’uomo a conversione, a tornare a Lui, a pentirsi e a rinunciare a Satana:

«Oggi viviamo in un mondo che non crede più in Dio. Ecco perché il Signore lo richiama, come noi vediamo che fa varie volte nella vita d’Israele, quando Israele non crede ai profeti mandati da Lui, che lo richiamano da osservare i comandamenti. E allora il Signore stanga. Interviene per richiamare con forza. Come Dio richiama oggi gli uomini e le donne affinché si ravvedano e tornino a Lui? […] Maria adesso cerca di aiutarci con tutte le forze per evitare la stangata che farà mettere giudizio a tutta l’umanità». Guerre tra i popoli e «tanti mali saranno dovuti a perfidia umana. Aggressioni di popoli contro altri popoli. Penso che l’Europa sarà invasa completamente, sia da parte degli asiatici, sia da parte degli africani, sia da parte degli indiani».

Una visione esageratamente pessimista della storia? Non proprio così, perché Amorth morì con una certezza: la certezza che la misericordia di Dio sconfiggerà definitivamente il diavolo. Questa vittoria di Dio, afferma l’esorcista, passa per la Vergine Maria (che Dio ha scelto come “Cooperatrice alla Salvezza”) che finalmente schiaccerà la testa del serpente! Maria ci ama e ci assiste, è «preoccupata per la nostra salvezza». Per questo in numerose apparizioni, da La Salette a Fatima, da Medjugorje (apparizioni la cui autenticità padre Amorth difese fino alla fine) alle Tre Fontane, la Vergine ammonisce, mette in guardia e chiede preghiere, il ritorno a Dio, ai sacramenti, la conversione dei peccatori. Un piano che il demonio vorrebbe distruggere, annientare; ma un piano destinato a realizzarsi per volontà di Dio, come affermato dalla Vergine a Fatima «Alla fine il mio Cuore Immacolato trionferà».

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni