Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 18 Gennaio |
Sant'Antonio
home iconStile di vita
line break icon

“Mia moglie si lamenta dicendo che esco troppo per andare in chiesa. Sbaglio?”

MODLITWA W KOŚCIELE

Shutterstock

Arcidiocesi di San Paolo - pubblicato il 26/09/19

Padre Cido risponde alla domanda di un fedele

Nella sua rubrica sul quotidiano O São Paulo, dell’arcidiocesi di brasiliana di San Paolo, padre Cido Pereira ha risposto questa settimana alla domanda di un fedele, Rosmario, di Imbituva (Stato del Paraná):

“Mia moglie si lamenta dicendo che esco troppo per andare in chiesa. Lavoro nel Rinnovamento Carismatico Cattolico. È sbagliato uscire due o tre volte a settimana?”

Rosmario, parliamo un po’ di tua moglie. La prima cosa che devi pensare è: “Ha qualche motivo per lamentarsi?” Penso che una donna che reclama la presenza del marito lo ama e lo vuole accanto a sé, e allora devi riflettere, fare un serio esame di coscienza.

In secondo luogo, Rosmario, pensa che il tuo primo dovere è nei confronti della tua famiglia. Non è carino se all’improvviso frequenti gruppi di chiesa, gruppi di preghiera, incontri, ecc., perché ti piacciono e li trovi più interessanti che rimanere a casa. In quel caso la tua religiosità può essere una fuga dalle tue responsabilità di marito, di padre cristiano. Pensa bene ai tuoi doveri. Ha più valore una presenza amica, amorevole, al fianco della moglie e dei figli di mille incontri di preghiera.

Per finire, Rosmario, un suggerimento per te e tua moglie: non è ora che vi sediate l’uno davanti all’altra per parlare? All’improvviso tu che frequenti un movimento di Chiesa sei missionario fuori casa e non in casa tua. Spero che non accada che le persone della comunità ti considerino meraviglioso, pieno di fede, di unzione, ma non lo sei perché non riesci a evangelizzare la tua famiglia.

Fratello mio, anche tua moglie deve pensare alle critiche che ti rivolge. Tutto questo favorirà il dialogo e troverete una bella via su cui proseguire nel vostro matrimonio. Un abbraccio fraterno.

Tags:
chiesamaritomoglie
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Semplici scatti
Puoi chiamarle coincidenze ma sono carezze di...
Gelsomino Del Guercio
Etiopia, strage di cristiani nel Tigrai: dife...
SALVE REGINA
José Miguel Carrera
Un Salve Regina come non lo avete mai visto
Silvia Lucchetti
Silvia e Andrea: il nostro matrimonio stava c...
Alessandro Gisotti
Papa: prima di giudicare, guardiamoci allo sp...
FRA BENIGNO ESORCISTA
Chiara Ippolito
Il più commovente caso di liberazione: quando...
COVID
Gelsomino Del Guercio
Il prete: benedivo senza olio i malati gravi,...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni