Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 08 Dicembre |
Immacolata Concezione
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

La visione del diavolo e l’ira di Gesù. Il duello raccontato da Maria Valtorta

WEB MARIA VALTORTA WRITER ITALY © maria-valtorta.org

© MARIA-VALTORTA.ORG

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 26/09/19

La mistica visse un anno molto difficile: il 1945. Da brividi i resoconti delle voci demoniache che la tormentavano

Nella vita della mistica Maria Valtorta c’è un anno che più degli altri è stato difficile e logorante: il 1945.

Ne parla in Il Cielo in una stanza – Vita di Maria Valtorta” (edizioni Fede e Cultura)don Ernesto Zucchini.

L’apparizione del demonio

Il 1945, a Maria Valtorta, si presentò con la faccia del Diavolo. Le parole che ha scritto nei dettati si riempirono di visioni particolari. Il 26 gennaio si presentò il demonio:

“Se non fosse tempo di coprifuoco – scriveva la mistica – l’avrei mandato a chiamare, tanto sono stata terrorizzata dall’apparizione del demonio. Vero demonio, senza camuffamenti di sorta. Ossia un alto, sottile, fumoso personaggio dalla fronte bassa e stretta, viso puntuto, occhi fondi e di uno sguardo talmente cattivo, ironico, falso, che per poco non mi sono data a gridare al soccorso. Stavo pregando, al buio della mia stanza, mentre Marta era in cucina, e pregavo proprio il Cuore Immacolato di Maria, quando presso la porta chiusa mi è apparso lui. Scuro nello scuro, eppure ne ho visto tutti i particolari del corpo nudo e brutto non per deformità ma per un che di ferocia e di serpentino che traspariva da ogni suo membro. Non ho visto né corna né coda, né piede biforcuto, né ali come generalmente lo figurano. Ma tutto il suo mostruoso era nell’espressione. Per dire quello che era dovrei dirlo: Falsità, Ironia, Ferocia, Odio, Agguato. Questo era quanto diceva la sua espressione subdola e cattiva. Mi derideva e mi insultava. Ma non osava venire più accosto. Era là, inchiodato presso l’uscio. Vi è stato lo spazio di un buon dieci minuti e poi se ne è andato. Ma io sudavo freddo e caldo insieme”.

Maria Valtorta
© Public Domain

L’intervento di Gesù

La voce interiore che indirizzava i suoi scritti, una volta spenta la visione demonica, provò a tranquillizzarla:

“Mentre sgomenta mi chiedevo perché di quella venuta, ha detto Gesù: ‘Perché tu lo avevi così duramente respinto nel suo principale elemento’. (Mentre pregavo Maria, mi era tornata insistente la… non so come chiamarla, perché non è voce, non è idea, non è mente eppure è qualcosa che dice: ‘Se non c’eri tu qui succedeva qualcosa. Per tuo merito non è accaduta. Perché tu sei tanto amata da Dio’. Io, non so se faccio bene o male, ma mi pare di fare bene, quando sento questo dico: ‘Va’ via, Satana. Non mi tentare. Perché se è Gesù che dice questo lo accetto. Ma nessun altro lo deve dire per stuzzicare”.




Leggi anche:
Purgatorio, scrittura soprannaturale, visioni: le doti della mistica Maria Valtorta

Le tentazioni

La battaglia tra Maria e il demonio continuò.

Passò qualche giorno, e in data 19 marzo, la mistica scrisse una specie di riassunto delle tentazioni subite: “Non è la prima volta, lei lo sa, che Satana mi dà noia, tentandomi di questo o di quello. Ed ora che non tenta più la carne, tenta lo spirito. È un anno ormai che saltuariamente mi dà noia. La prima volta fu quando mi tentò nei giorni, tremendi per me, dell’aprile 1944, quando mi promise aiuto se lo avessi adorato”.

La seconda, proseguiva Maria, “quando mi assalì con quella acuta e violenta e lunga tentazione al 4 di luglio 1944, tentandomi a scimmiottare il linguaggio del Maestro per annichilire chi mi aveva offesa. La terza quando mi suggerì di fare delle parole dettate un’opera mia e pubblicarla avendone merito e denaro. La quarta quando nel febbraio di quest’anno (mi pare fosse già febbraio) mi apparve (la prima volta che lo vedo per- ché le altre volte l’ho solo sentito) terrorizzandomi col suo aspetto e col suo odio. La quinta ieri sera. Queste le grandi manifestazioni di Satana”.




Leggi anche:
Così Gesù è entrato nella vita di Maria Valtorta

La caduta di Lucifero

E quel 1945 terminò sulla stessa lunghezza d’onda: il 29 dicembre a Maria Valtorta apparve il racconto della caduta di Lucifero.

Il giorno dopo la voce (Gesù) commentò la visione, finendo poi urlando contro Satana in modo tale da impaurire anche Maria stessa, che ha scritto:

“’E indietro, o Satana! Fra te e lei Io mi drizzo a difesa. Scorrazza la terra! Corrompi, mordi, imputridisci! Ma non qui, sulla preda mia. La mia Croce è su lei. Va’, maledetto! Io son chi sono, e tu sei il vinto! Via! Via! Altrove! Via! Nel Nome santo, noto a Me solo! Nel Nome di Colui che è e che ti ha fulminato! Via, nel Nome di Dio e Re, di Gesù Salvatore e Crocifisso, e dell’Amore eterno!’ […]”.




Leggi anche:
Perchè la Chiesa ha ostacolato le rivelazioni della mistica Maria Valtorta?

Hitler e Mussolini

La mistica ammise di aver avuto paura.“Quando l’ho sentito urlare così, a tutta voce, e con tanta collera, per quanto nulla vedessi, né avvertissi turbamento da spirito malvagio, pure ebbi paura. La collera di Dio è terribile!!! Io l’ho sentito così solo un’altra volta, in quel lontano dettato contro Mussolini e Hitler, del gennaio 1944 se non erro. Cercherò la data: 17-18 gennaio 1944. Ma oggi era ancora più forte. In ultimo il suo comando era tale da incenerire. Pareva che tutti i suoni del Cielo si fossero uniti nella sua voce. Ma non erano più i dolci canti, di indescrivibile dolcezza. Erano fragori di fulmini”.

E come non considerare queste parole di Maria Valtorta una profezia che da lì a poco sarebbe diventata evidente in tutto il mondo?




Leggi anche:
Guerra, fascismo, Etiopia: le doti di preveggenza di Maria Valtorta

Tags:
diavolomaria valtortamisticismo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni