Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

250.000 bambini muoiono ogni anno per medicinali falsi

DRUGS
Shutterstock | Yuriy Golub
Condividi

Secondo l’OMS, la falsificazione e adulterazione dei farmaci è l’affare più redditizio e letale del mondo

Il 10% delle medicine che si consumano nel mondo è falso o adulterato, percentuale che può arrivare al 50-70% in alcuni Paesi africani e latinoamericani, secondo quando ha reso noto Geoffroy Bessaud, responsabile del coordinamento di anti-falsificazione della multinazionale farmaceutica francese SANOFI.

La falsificazione e adulterazione dei medicinali cresce continuamente e provoca la morte di milioni di persone nel mondo. Le vittime infantili, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), sono 250.000 all’anno. I decessi si verificano soprattutto in Africa, Asia e America Latina, ma anche in Europa e negli Stati Uniti, seppur in proporzione molto inferiore.

L’OMS ha messo in guardia i Governi del mondo perché effettuino un maggiore controllo sui farmaci, ma il numero delle falsificazioni aumenta, perché si tratta di un business che produce quasi 200.000 milioni di euro all’anno. Molte persone muoiono senza che si conosca la causa del loro decesso, e spesso il motivo è l’assunzione di farmaci adulterati.

Chi li produce? Principalmente Cina e India, che li esportano soprattutto nei Paesi poveri o con scarsi controlli, o in quelli scossi da conflitti e catastrofi, dove la scarsità di medicinali è nota, afferma il quotidiano britannico The Guardian.

Si tratta di farmaci spesso comuni, come anticatarrali, analgesici, calmanti o antinfluenzali, ma ce ne sono anche per la cura di cancro e impotenza sessuale, malattie renali e dell’apparato digestivo, contro malaria, polmonite, e sono coinvolti anche i vaccini, ha spiegato l’American Journal of Tropical Medicine and Hygiene.

I farmaci falsificati hanno quantomeno una qualità inferiore rispetto a quelli normali, e a volte non sono altro che aspirina. Ad esempio, è stato venduto molto Iclusig (per la cura del cancro) fatto con il paracetamolo. Il farmaco vero costa circa 4.500 euro.

Secondo dati dell’Interpol, nel 2018 sono state arrestate 860 persone, fabbricanti e distributori di medicinali adulterati o falsi, soprattutto negli Stati Uniti e in Asia. Allo stesso tempo, sono stati chiusi 3.671 siti web che vendevano questi prodotti, e aumenta la vigilanza del mercato nero.

Per tutto questo, le autorità consigliano di acquistare le medicine di laboratori noti e in farmacie o negozi autorizzati. Se si cercano farmaci per il basso costo, è probabile trovarne di adulterati. Comprare medicine su Internet è sempre rischioso se non si conosce il prodotto, la composizione, il laboratorio che lo ha fabbricato…

Il Los Angeles Times afferma che negli Stati Uniti sta allarmando molto la vendita di fentanyl, “la droga perfetta dei trafficanti messicani e il nuovo assassino degli Stati Uniti”. Il fentanyl è una droga, un oppiaceo, molto potente usato per curare il dolore del cancro come analgesico e anestetico, ed è più potente dell’eroina e della morfina che si vendono già per strada.

Per tutto questo, serve un maggior coordinamento tra gli organismi nazionali e internazionali della salute pubblica, per migliorare i controlli dei farmaci ed eliminare il mercato nero esistente.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni