Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 28 Settembre |
San Vincenzo de Paoli
home iconChiesa
line break icon

Vescovo vende la casa del suo predecessore e dona i proventi alle vittime di abusi sessuali

BRENNAN

Diocese of Wheeling-Charleston

Jaime Septién - pubblicato il 18/09/19

Vende per 1,2 milioni di dollari (poco più di un milione di euro) l'abituazione dell'ex vescovo nel West Virginia

Lo tsunami che si è sollevato contro la Chiesa cattolica negli Stati Uniti l’ha costretta a cambiare molte pratiche. Quello che prima era visto con la coda dell’occhio, o semplicemente ignorato, o anche considerato improprio tra i vescovi, per la forza degli scandali degli abusi sessuali è oggi motivo di azioni decisive.

È il caso del nuovo vescovo della diocesi di Wheeling-Charleston (West Virginia), Mark E. Brennan, che ha dovuto affrontare gli scandali di molestie sessuali nei confronti di adulti e di uso indebito di fondi ecclesiali da parte del suo predecessore, Michael J. Bransfield.

Il vescovo Brennan, noto per il suo stile di vita semplice, è stato spinto da Papa Francesco a farsi carico della diocesi di Wheeling-Charleston, dopo che sono venute alla luce le accuse contro l’ex vescovo Bransfield relative ai suoi viaggi, alle ingenti spese per la sua vita lussuosa e anche all’abuso di potere nei confronti di adulti.

Una delle prime azioni del vescovo Brennan è stata la vendita, per 1,2 milioni di dollari (poco più di un milione di euro), della casa dell’ex vescovo a Elmwood Place, Wheeling. Con una lettera ai fedeli, Brennan ha spiegato che i proventi verranno riservati a un fondo speciale per aiutare le vittime di abusi sessuali nel West Virginia con consulenza professionale e sostegno psicologico e spirituale.

“La mia intenzione nei prossimi giorni è quella di definire i termini della restituzione richiesta al vescovo Bransfield per i danni che ha provocato e le risorse della Chiesa che ha sperperato”, ha scritto il vescovo Brennan. “Spero che l’ex vescovo veda tutto questo come un’opportunità per riconoscere le sue offese ed emendare davvero il suo comportamento nei confronti della diocesi di Wheeling-Charleston e delle brave persone in tutto lo Stato tanto profondamente colpite da questo scandalo”.

Ecco alcune delle azioni del vescovo Brennan:

Mantenere l’impegno nei confronti del popolo e del Papa

Nel settembre scorso, Papa Francesco ha annunciato il ritiro di Bransfield come vescovo della diocesi di Wheeling-Charleston e ha nominato l’arcivescovo di Baltimora, William E. Lori, Amministratore Apostolico di Wheeling-Charleston. Il mandato del Papa è stato quello di svolgere un’indagine preliminare sulle denunce di molestie sessuali di adulti e le irregolarità finanziarie di Bransfield.

L’indagine preliminare, durata cinque mesi, è stata realizzata da Lori con l’ausilio di un’équipe di cinque esperti laici. Il gruppo ha esaminato varie accuse di molestie sessuali nei confronti di adulti e irregolarità finanziarie, e ha condotto delle interviste nel territorio diocesano, corroborando alcune delle accuse. Il Washington Post, dal canto suo, ha realizzato un esteso reportage sui viaggi e i lussi di Bransfield.

“Come ho spiegato chiaramente nell’omelia del mio insediamento (nell’agosto scorso), una delle mie priorità è rispettare il mandato del Santo Padre di definire la restituzione di quello che verrà richiesto all’ex vescovo Bransfield, alla luce delle sue ingenti spese e delle azioni inappropriate compiute con fondi della Chiesa per la sua comodità e il suo piacere personali”, ha sottolineato il vescovo Brennan.

“Condivido la vostra indignazione per lo spreco di tanto denaro in lussi eccessivi, il che è del tutto incoerente con lo spirito di umiltà di Cristo e le aspettative di Papa Francesco sul fatto che i vescovi e i sacerdoti vivano in modo semplice e di servizio”, ha aggiunto il nuovo vescovo di Wheeling-Charleston.

Brennan ha concluso il suo comunicato spiegando che lavorerà per raggiungere una soluzione che “non sia solo giusta”, ma inizi anche “a chiudere questo episodio tanto tragico”. “Mi impegno a farlo in modo opportuno e con la trasparenza che si richiede”.

Con informazioni di The Intelligencer / Wheeling News-Register

Tags:
abusicasastati unitivescovo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
SHEPHERDS
José Miguel Carrera
Il dolore dei genitori per i figli che non vogliono più sapere ni...
2
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
3
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa contro la Chiesa “parallela” in cui si bestemmia l’azione...
4
SLEEPING
Cecilia Pigg
7 modi in cui i santi possono aiutarvi a dormire meglio di notte
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Couple, Sleep, Snoring, Night
Cecilia Pigg
Trucchetti dei santi per dormire bene
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni