Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Per il 1° compleanno della figlia morta un papà paga una torta ad una bambina sconosciuta!

Condividi

Una “torta sospesa” per festeggiare quello che sarebbe stato il primo compleanno della figlia morta 8 giorni dopo la nascita. Insieme al dolce regalato un biglietto speciale: “Spero tu abbia un compleanno fantastico. Dio ti benedica, il papà di Hannah”

Perdere una figlio è un dolore che non si può provare ad immaginare, talmente è terribile e lancinante. Papa Francesco ne ha parlato più volte ed in particolare in un’udienza generale del 2015 ha detto:

Per i genitori, sopravvivere ai propri figli è qualcosa di particolarmente straziante, che contraddice la natura elementare dei rapporti che danno senso alla famiglia stessa. La perdita di un figlio o di una figlia è come se fermasse il tempo: si apre una voragine che inghiotte il passato e anche il futuro. La morte, che porta via il figlio piccolo o giovane, è uno schiaffo alle promesse, ai doni e sacrifici d’amore gioiosamente consegnati alla vita che abbiamo fatto nascere.

“Una torta sospesa”

Nonostante la voragine del dolore il padre di Hannah, una bambina vissuta soltanto una settimana, per quello che sarebbe stato il primo compleanno della figlia scomparsa così prematuramente, ha compiuto un piccolo gesto, piccolo ma meraviglioso e commovente: invece che rimuginare, chiudersi in se stesso, avercela con il mondo e con Dio, ha generosamente offerto una torta ad una bambina sconosciuta, l’ha pagata lui al posto dei familiari della piccola che quando sono andati a ritirarla l’hanno trovata saldata da uno sconosciuto: che sorpresa emozionante!

Leggi anche: A Napoli dopo il “caffè sospeso” anche barba e capelli gratis per le famiglie più povere

Il fatto è stato raccontato su Facebook da Lea Ni Bhriain, che era andata insieme a sua sorella a prendere il dolce a tema Peppa Pig per il compleanno della nipotina. Le due donne piene di gratitudine non hanno potuto fare altro che condividere lo straordinario gesto ricevuto.

Il messaggio di auguri del papà generoso

Il papà generoso ha lasciato anche un biglietto di auguri con un messaggio semplice ma pieno di amore e dolcezza che ha scatenato migliaia di condivisioni sul web. I proprietari della pasticceria hanno raccontato alle due donne incredule e commosse la storia dell’uomo anonimo della “torta sospesa”.

«In occasione di quello che sarebbe stato il primo compleanno della mia bambina, ho scelto di pagare la tua torta di compleanno. Oggi non posso pagare una torta per mia figlia, ma spero che tu possa apprezzare questa e che tu abbia un compleanno fantastico. Dio ti benedica, il papà di Hannah» (Leggo.it).

“Spero tu abbia un compleanno fantastico”, “Dio ti benedica”

“Spero tu abbia un compleanno fantastico”, “Dio ti benedica”. Davvero la morte non ha l’ultima parola! Il papà di Hannah ce lo dimostra con questi pensieri che sono un vero atto di fede, di chi non si è lasciato avvelenare dalla sofferenza né è caduto nel vuoto dell’odio, ma ha custodito la speranza, l’amore! La sua gentilezza è certezza di risurrezione, mi ricorda che Gesù con la croce ha sconfitto la morte e che un giorno ci restituirà i nostri cari defunti e noi ci incontreremo insieme a loro.

Il suo gesto lo rende ancora di più e sempre padre di Hannah, della bambina destinataria della torta e di tutti noi. 

Leggi anche: Mio figlio è morto, ma io alla Risurrezione ci credo!

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.