Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!
Aleteia

Sapete di essere troppo pii quando…

shutterstock.com
Condividi

State attenti a queste trappole, perché Gesù stesso ci dice di stare in guardia

Quando pregate più in pubblico che in privato

“Tu, quando preghi, entra nella tua cameretta e, chiusa la porta, rivolgi la preghiera al Padre tuo che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, te ne darà la ricompensa”, ha detto Gesù.

Spesso preghiamo ai pasti, in eventi speciali e a Messa, ma ricorriamo poco alla preghiera personale, ed è una cosa che deve cambiare.

Abbiamo visto tutti le preghiere pubbliche di San Giovanni Paolo II, ma monsignor Slawomir Oder, quando ha diretto la causa di canonizzazione del Pontefice defunto, ha scoperto molto di più. Ad esempio, Giovanni Paolo II ha dormito per la maggior parte della sua vita sul pavimento della sua stanza come forma di mortificazione, e poi spiegazzava il letto per far vedere che ci aveva dormito.

Lo faceva solo per Dio, non lo sapeva nessun altro. È così che dovrebbe essere la nostra vita spirituale.

Quando non sapete perché state compiendo un atto di pietà.

I cattolici si genuflettono davanti al tabernacolo perché contiene la Presenza Reale di Gesù Cristo, loro Signore e re. Per la maggior parte di noi ha significato per buona parte della vita genuflettersi verso la parte anteriore della chiesa prima di entrare in un banco.

Di conseguenza, molti ora si genuflettono prima di entrare nel banco anche quando non c’è alcun tabernacolo al centro della chiesa, e quindi nessun motivo per genuflettersi. Hanno mantenuto la pratica pia, ma ne hanno perso il motivo.

Fate attenzione alle pratiche pie che realizzate senza un buon motivo. Separate dal loro vero obiettivo, possono diventare facilmente gesti vuoti o perfino superstiziosi.

Quando la vostra pietà vi consuma

Nel suo libro Enthusiasm, Ronald Knox ripercorre la storia di varie eresie e continua a veder emergere la stessa tendenza: un gruppo di persone scopre quella che ritiene un’espressione del cristianesimo più pura e intensa e chiede ai propri seguaci più di quello che chiede la Chiesa. Spesso questi gruppi crescono rapidamente e poi si dissolvono altrettano velocemente quando la gente si stanca della disciplina.

John Ghaly ha descritto cos’è accaduto a un amico che pensava che si fosse cattivi cattolici se non si effettuavano ogni giorno un’Ora santa, la Messa, il Rosario e la Liturgia delle Ore. “Ma quando facevo tutte queste cose ero miserabile, e stavo arrivando al punto da abbandonare tutto. Non riuscivo a trovare né pace né felicità”.

Mi piace quello che ha detto al riguardo un teologo: “Attenzione a chiunque prende ciò che è meramente raccomandato e lo rende obbligatorio, o prende qualcosa che la Chiesa permette e lo rende inammissibile”.

Ecco allora quando sapete di essere troppo pii.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni