Aleteia
venerdì 23 Ottobre |
San Giovanni Paolo II
Storie

La vedova che ha trovato la pace come suora su un'isola greca

GREEK NUN

Ankie E | Shutterstock

John Burger - pubblicato il 12/09/19

Suor Irini ha trovato un luogo in cui rallentare il ritmo e contemplare la bellezza di Dio

L’autrice del National Geographic Terri Steel ha colto uno dei motivi per cui alcuni abbandonano tutto ciò che la vita moderna ha da offrire e si ritirano in un monastero.

“I tanti monasteri di Amorgos, tra i più antichi del mondo, attirano migliaia di turisti”, ha scritto la Steel parlando dell’isola greca. “E la sua bellezza senza pari – brulla con il mare e il cielo azzurrissimi – fa rallentare il ritmo e favorisce la contemplazione”.

Ad Amorgos tutto si muove più lentamente, ma l’attesa vale la pena. Un buon caffè in un pentolino di rame sulla sabbia calda. Cesti di sardine serviti con la feta insieme a pomodori appena colti e olive e a un bel pan caldo.

Rallentare, aspettare, indugiare. Questi termini descrivono bene l’atteggiamento di un monaco o di una suora nella tradizione esicasta. La Preghiera di Gesù, ad esempio, recitata in base al ritmo naturale del proprio respiro, ha un effetto calmante. Si riesce a meditare su un passo della Scrittura senza sentire il bisogno di correre subito alla fine del capitolo.

La bellezza naturale dell’ambiente – in questo caso dell’isola di Amorgos – non è essenziale. Si può essere contemplativi anche in mezzo a una città rumorosa. Dipende da ciò che si vuole. Dipende da ciò che viene da dentro.

View this post on Instagram

Photo by @chiaragoia | Sister Irini talks to a sheep near St. George Valsamitis monastery where she lives on the island of Amorgos, in Greece. Sister Irini is a Greek Orthodox nun who came to Amorgos for the first time 35 years ago as a tourist with her children and her husband. She fell in love with the island and she returned here as a nun 7 years ago when she took over an abandoned monastery and restored it herself. She spends her days gardening, painting, and praying, but always welcomes visitors to her monastery. #greece #amorgos

A post shared by National Geographic Travel (@natgeotravel) on

Qualcosa ha attirato suor Irini quando ha visitato da turista quest’isola 35 anni fa. Oggi è l’unica suora di Amorgos, e ha accolto la Steel e una fotografa, Chiara Goia, come accoglierebbe qualsiasi visitatore. Il National Geographic si concentra sulla bellezza dell’isola, le caratteristiche dei suoi abitanti e le tradizioni locali.

Con solo due Bancomat spesso sforniti di denaro, le migliaia di residenti ricorrono semplicemente al baratto. Il cibo prodotto in casa o appena raccolto viene servito fresco e preparato al momento, con molta calma.

Dopo la morte di suo marito, Irini è tornata ad Amorgos, ha preso i voti e ha restaurato un monastero abbandonato, San Giorgio Valsamitis. “Era vuoto, e ho dovuto lavorare sodo per renderlo un paradiso”, ha affermato.

Questa suora greco-ortodossa trascorre le sue giornate pregando, realizzando icone e facendo giardinaggio, ha spiegato la Steel. Accoglie sempre i visitatori con gioia. I sacerdoti giungono ogni settimana dal monastero di Hozoviotissa, fondato dall’imperatore bizantino Alessio Comneno alla fine dell’XI secolo.

La suora non ha detto alla Steel quale sia il suo nome di Battesimo. Irini, il nome religioso, significa “pace”, proprio quello che ha trovato nella sua nuova vita.

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
donnagreciaortodossiasuora
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
i.Media per Aleteia
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
POPE FRANCIS AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
La fake news sul Papa che giustifica le union...
Gelsomino Del Guercio
Il Papa su coppie gay: serve una "legge di co...
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
WOMAN, NECKLACE, GOLD
Annalisa Teggi
Disoccupata con 4 figli paga il medico con un...
Gelsomino Del Guercio
6 frasi di Papa Francesco sulle persone omose...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni