Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

I manipolatori usano sempre il senso di colpa come strumento di controllo

Shutterstock / MarinaP
Condividi

P. José Eduardo: “La via che porta alla libertà presuppone il coraggio dell’autodeterminazione”

Sulla sua pagina Facebook, padre José Eduardo ha condiviso questa considerazione sulla manipolazione del senso di colpa:

“I manipolatori si avvalgono sempre del senso di colpa come strumento di controllo, perché fanno sì che la loro vittima si senta in colpa anticipatamente delle conseguenze eventuali del fatto di non cedere ai suoi ricatti.

Quando la persona oppressa riesce ad alzare un po’ la testa nella situazione di oppressione non smette più di essere torturata con le minacce, e il perverso arriva perfino a invertire la situazione e a porsi come vittima della sua vittima.

La via che porta alla libertà presuppone il coraggio dell’autodeterminazione, anche a un costo drammatico. Chi abdica dall’essere libero non merita la felicità, perché vivrà sempre a spese della finta felicità della sua platea di psicopatici”.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni