Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Il Paese in cui un evangelizzatore cattolico viene celebrato come eroe nazionale

Pe Laval
CC
Condividi

La Chiesa lo venera come beato, e Papa Francesco ha appena visitato la sua tomba

Nel suo viaggio apostolico a Mauritius, Papa Francesco ha visitato la tomba di padre Jacques-Désiré Laval, missionario francese giunto nel Paese nel 1841 e diventato noto come “l’apostolo dei neri” per il fatto di aver presentato il Vangelo agli schiavi liberti. Oltre ad essere venerato come beato dalla Chiesa, è celebrato come un eroe nazionale dagli abitanti del Paese africano. La visita del Pontefice alla sua tomba è avvenuta nel giorno della sua festa, il 9 settembre, data della sua morte nel 1864.

Il beato padre Laval ha fondato ospedali, scuole e cappelle, aiutando a contenere le epidemie di colera del 1854, 1857 e 1862, oltre ad aver promosso l’istruzione, l’integrazione sociale e la formazione spirituale del popolo mauriziano.

Nella Messa celebrata a Port Louis, la capitale, Francesco ha riassunto la vita di padre Laval come caratterizzata dall’“amore per Cristo e per i poveri”, sottolineando che il sacerdote si è sforzato di imparare la lingua degli schiavi per annunciare loro la Buona Novella della salvezza.

Il missionario beato è così popolare a Mauritius che la sua festa è festa nazionale. Nella notte tra l’8 e il 9 settembre, il pellegrinaggio tradizionale al santuario Cave du Père Laval, che conserva i suoi resti mortali, riunisce folle non solo di cattolici, visto che anche i seguaci di altre religioni riconoscono il suo lavoro a favore dei poveri del Paese.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni