Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

I cattolici possono usare o indossare i cristalli per guarire?

HEALING CRYSTALS
Alexander Gold | Shutterstock
Condividi

Si può usare un cristallo per ottenere un beneficio a livello di salute senza mettere in pericolo la propria anima?

La medicina alternativa è diventata estremamente popolare negli ultimi anni, e usare i cristalli per guarire è una delle tendenze di moda. Molte celebrità, come Katy Perry, Lena Dunham e Adele, affermano di usare regolarmente i cristalli. Ciò ha portato varie spa a promuoverne l’utilizzo, sostenendo che i cristalli possano aiutare a guarire le malattie fisiche o ad alleviare l’ansia.

Anche i cattolici possono usarli a scopo di guarigione?

In primo luogo, nella comunità medica e scientifica non si è rilevato che i cristalli possiedano alcuna proprietà guaritrice concreta. Secondo Live Science, “parlando a livello scientifico non ci sono prove del fatto che i cristalli possano essere usati per curare le malattie, perché le malattie non sono mai state riscontrate come risultato di un cosiddetto flusso di energia nel corpo. Nessuno studio scientifico ha inoltre mostrato che cristalli e gemme possano essere differenziati per composizione chimica o colore per curare una malattia particolare”.

I cristalli non contengono alcun effetto chimico tracciabile che possa produrre una guarigione o una riduzione dell’ansia. Al massimo può provocare un temporaneo “effetto placebo”, che varia in base all’individuo. La maggior parte dei professionisti del settore sanitario mette in guardia contro l’utilizzo dei cristalli.

Il lato oscuro dei cristalli

Uno dei motivi principali per cui i cristalli vengono usati per guarire è la “connessione spirituale” tra questi e il “campo di energia” che circonda una persona. Questa convinzione viene in genere fatta risalire alle tradizioni mistiche del buddismo o dell’induismo. Si dice che i cristalli possano aiutare a correggere uno “squilibrio” esistente nel campo di energia di una persona.

Il problema di questo concetto è che i cristalli vengono usati per invocare poteri spirituali al di fuori di Dio. Anche se qualcuno afferma che il campo di energia è in realtà lo Spirito Santo e usa le preghiere cristiane quando applica i cristalli, il sistema di credenze dietro di essi è demoniaco per natura.

Il Vaticano ha prodotto un documento intitolato Gesù Cristo portatore dell’acqua viva, che denuncia pratiche come l’uso dei cristalli. Anche il Catechismo della Chiesa Cattolica mette in guardia contro queste pratiche, perché attingono a un regno spirituale che può avere effetti dannosi:

“Tutte le pratiche di magia e di stregoneria con le quali si pretende di sottomettere le potenze occulte per porle al proprio servizio ed ottenere un potere soprannaturale sul prossimo – fosse anche per procurargli la salute – sono gravemente contrarie alla virtù della religione. Tali pratiche sono ancora più da condannare quando si accompagnano ad una intenzione di nuocere ad altri o quando in esse si ricorre all’intervento dei demoni. Anche portare amuleti è biasimevole. Lo spiritismo spesso implica pratiche divinatorie o magiche. Pure da esso la Chiesa mette in guardia i fedeli. Il ricorso a pratiche mediche dette tradizionali non legittima né l’invocazione di potenze cattive, né lo sfruttamento della credulità altrui” (CCC 2117).

Spesso quando un cristallo particolare non funziona l’operatore di medicina alternativa può suggerire altre pratiche spirituali che attingono ad antiche “energie spirituali”. Questo porta rapidamente su un sentiero oscuro in cui una persona potrebbe potenzialmente aprirsi a influenze demoniache.

Ciò non significa che tutta la medicina alternativa sia negativa, ma chi invoca poteri spirituali al di fuori di Dio è altamente sospetto. Se non ci sono dati scientifici a sostenere le affermazioni di una guarigione fisica, inoltre, dev’esserci allora qualche altro potere spirituale all’opera che può danneggiare la nostra anima.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.