Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 14 Aprile |
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Come fa la Chiesa a riconoscere un miracolo come quello appena approvato a Knock?

Knock Shrine

EWTN IRELAND | Twitter | Fair Use

Kathleen Hattrup - pubblicato il 10/09/19

Una donna guarita dalla sclerosi multipla 30 anni fa è la destinataria del primo miracolo ufficiale del santuario irlandese

La Chiesa locale presso il santuario delle apparizioni mariane a Knock, in Irlanda, ha riconosciuto il primo miracolo ufficiale associato al santuario.

Una donna di nome Marion Carroll soffriva di sclerosi multipla fino a quando ha visitato il santuario nel 1989. È stata guarita mentre veniva benedetta con l’Eucaristia durante la benedizione.

“Riconosco che Marion è stata guarita dalla sua lunga malattia mentre si trovava in pellegrinaggio in questo luogo sacro”, ha affermato il vescovo Francis Duffy di Ardagh e Clonmacnois in un’omelia durante una Messa celebrata nel santuario all’inizio di questo mese.


MIRACOLI EUCARISTICI

Leggi anche:
I miracoli eucaristici alla prova della scienza

“Marion è stata liberata dalla malattia e dal suo impatto su di lei e sulla sua famiglia. È una guarigione per la quale attualmente non esiste spiegazione medica, è definitiva e sfida qualsiasi spiegazione sanitaria”.

Se molte persone dichiarano di aver ricevuto o di essere state testimoni di miracoli di molti tipi – apparizioni, visioni, guarigioni… – e molte hanno detto di essere state guarite durante o dopo una visita al santuario di Nostra Signora di Knock, questo è il primo miracolo associato al santuario ad essere riconosciuto a livello ufficiale.

Ciò deriva dal fatto che perché la Chiesa riconosca un miracolo deve aver luogo un processo molto approfondito.

Uno dei tipi più comuni di miracoli è la guarigione improvvisa di qualcuno. Secondo Michael O’Neill, “perché la guarigione venga considerata miracolosa la malattia dev’essere seria e impossibile (o almeno molto difficile) da curare con mezzi umani, e non a uno stadio in cui è probabile che scompaia a breve da sé. Non dev’essere stato somministrato alcun trattamento medico, o si deve essere certi che il trattamento fornito non abbia riferimento con la guarigione. La cura dev’essere spontanea, completa e permanente”.

In ogni caso, il vescovo locale è la prima autorità a indagare su un miracolo. Il presule crea un comitato di professionisti sanitari che valuta l’evento e gli riferisce poi i risultati della sua indagine.

Questa valutazione è molto accurata e può richiedere del tempo. I professionisti del settore sanitario valuteranno lo stato di salute attuale della persona che sostiene di essere stata guarita, e la persona stessa viene interpellata per scoprire eventuali truffe o problemi di salute mentale che possano averle fatto affermare di essere guarita. L’infermità viene valutata per verificare che le circostanze della guarigione siano state straordinarie.

Un ulteriore studio del caso considera il “prima” e il “dopo”, per assicurare che ci sia stato un indiscutibile cambiamento da una precisa diagnosi medica di una malattia nota a una situazione di salute ripristinata.

Nel corso di questo processo viene consultato un elevato numero di professionisti del campo sanitario.

Nella maggior parte dei casi l’evento non viene classificato come miracolo. Ad esempio, “la Commissione Medica di Lourdes, pur avendo esaminato più di 8.000 guarigioni straordinarie, ne ha convalidate solo 70”.




Leggi anche:
Morgan Freeman incontra la destinataria del 70º miracolo di Lourdes

Che si tratti di un’apparizione della Beata Vergine o di un miracolo eucaristico, un team di scienziati indaga sull’evento per stabilire se segue le regole della natura o è impossibile spiegarlo senza ricorrere a una causa soprannaturale.

Nonostante questa procedura molto rigida, i miracoli vengono proclamati su base regolare. Per quasi ogni beatificazione e canonizzazione l’esistenza dei miracoli è un requisito fondamentale, mostrando chiaramente il potere di Dio attraverso l’intercessione di un individuo.

Nonostante l’attenta analisi, ai cattolici non è richiesto di aver fede neanche nelle apparizioni approvate, come quella di Knock.

Tags:
apparizioni marianechiesairlandamiracoli
Top 10
See More