Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 18 Aprile |
Beata Savina Petrilli
home iconStorie
line break icon

Eliska, la bambina-miracolo nata nonostante la morte cerebrale della mamma

NEWBORN

Cathopic-Fiore Bagatello

Dolors Massot - pubblicato il 07/09/19

I medici sono riusciti a far sì che nascesse viva anche se la madre era in stato di morte cerebrale dopo un'emorragia cerebrale alla 16ma settimana di gravidanza

Si chiama Eliska ed è nata il 15 agosto nell’Ospedale Universitario di Brno, nella Repubblica Ceca. Il suo caso è quello di una nascita contro ogni pronostico che ha sorpreso la comunità medica, al punto che non esitano a definirla “bambina-miracolo”.

La mamma della piccola è una ragazza ceca di 27 anni che alla 16ma settimana di gravidanza ha subìto un’emorragia cerebrale per via di una malformazione genetica. Da allora, la diagnosi per la giovane era di morte cerebrale.

L’ospedale, ha reso noto Radio Prague International, ha comunicato che in quel momento il feto pesava solo circa 250 grammi, ma l’équipe medica ha ritenuto che con la respirazione assistita e mantenendo le funzioni vitali fosse possibile portare avanti la gravidanza.

Quasi 4 mesi crescendo nel grembo materno

È stato un successo. Eliska è una bambina bellissima che è rimasta 117 giorni nel grembo materno crescendo nonostante la mamma fosse in stato di morte cerebrale. È nata il 15 agosto con parto cesareo, perché i medici ritenevano che rimanere nell’utero potesse essere controproducente.

“La cosa più notevole”, ha affermato l’ospedale, “è la durata del ricovero e quindi le dimensioni e la maturità raggiunte dal feto, che è arrivato a superare i due chili, qualcosa di unico”.

La mamma di Eliska aveva avuto degli attacchi epilettici durante la prima gravidanza, e all’epoca le era stata diagnosticata una malformazione arterio-venosa. Il 21 aprile, durante la seconda gravidanza, quella di Eliska, ha subìto un’emorragia cerebrale per la quale non c’è stata soluzione medica. Nonostante questo, i medici sono riusciti a stabilizzare la sua attività polmonare e renale e il flusso di alimenti che arrivava al feto.

Eliska è nata pesando 2,130 chili per 42 centimetri, e gode di ottima salute.

  • 1
  • 2
Tags:
bambinimammamiracolimorte cerebralerepubblica ceca
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Don Davide conduce la nuova edizione de "I Viaggi del cuore"
Gelsomino Del Guercio
Don Davide Banzato: la fuga dal seminario, l’amore per un&#...
2
Gelsomino Del Guercio
Scoperti nuovi frammenti della Bibbia: ma al posto di Dio c’è scr...
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di Dio con questa preghi...
5
Paola Belletti
È cieco chi vede in Isabella solo la sindrome di Down
6
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
7
MIGRANT
Jesús V. Picón
Il bambino perduto nel deserto ci invita a riflettere
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni