Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Perché Papa Francesco indossa una croce d’argento?

POPE FRANCIS
Condividi

La tradizione papale di indossare una croce pettorale ha una storia affascinante e un profondo simbolismo spirituale

Papa Francesco, insieme ad altri vescovi e cardinali, indossa ogni giorno una croce pettorale. È una tradizione secolare, e ha un profondo simbolismo spirituale.

Secondo James-Charles Noonan, Jr. nel suo libro The Church Visible, la croce “serviva originariamente come reliquiario della Vera Croce, che per via della singolare importanza di questa reliquia incoraggiava la pratica, da parte dei più alti funzionari della Chiesa, di portare la reliquia vicino al cuore”.

Per molti secoli ogni croce pettorale conteneva un piccolo frammento della Vera Croce, ma questa tradizione non era in vigore in ogni parte del mondo, e le reliquie non erano sempre tracciabili.

Leggi anche: Com’è la giornata di Papa Francesco?

La croce pettorale ha anche un forte simbolismo, rivelato nelle preghiere pronunciate dal vescovo quando la indossa, per ricordargli la Passione di Gesù e il sacrificio dei martiri:

“Degnati, Signore Gesù Cristo, di custodirmi da tutte le trappole di ogni nemico mediante il segno della Tua santissima Croce, e degnati di garantire a me, Tuo servo indegno, di tenere sul petto questa Croce contenente le reliquie dei Tuoi Santi, perché possa sempre tenere a mente il ricordo della Passione e le vittorie dei Santi Martiri”.

Questa tradizione ricorda anche ai vescovi le parole di Gesù ai suoi discepoli: “Se uno vuol venire dietro a me, rinunci a se stesso, prenda ogni giorno la sua croce e mi segua” (Luca 9, 23).

Quando Papa Francesco è stato eletto, ha scelto di mantenere la croce pettorale che indossava quando era vescovo in Argentina.

Secondo F.C. Ziegler Co., la croce di Papa Francesco è stata progettata da Antonio Vedele e realizzata dall’artigiano Giuseppe Albrizzi, di Pavia. La croce è piena di simbolismo, come spiega il loro sito web:

“I dettagli della croce sono radicati nel Vangelo di Luca, ovvero la parabola del buon pastore e della pecorella smarrita. Luca 15, 4-7 dice: ‘Chi di voi, avendo cento pecore, se ne perde una, non lascia le novantanove nel deserto e non va dietro a quella perduta finché non la ritrova?’

Al centro c’è l’immagine di un uomo che rappresenta Gesù, il Buon Pastore, che ha trovato una delle sue pecore e la porta in braccio mentre le altre pecore lo seguono da vicino. In cima alla croce, la colomba che rappresenta lo Spirito Santo scende da Dio Padre a Dio Figlio, aiutando chi è perso e nell’oscurità e portandolo a nuova vita. Lo stile lineare vuole essere il simbolo di una nuova era ecclesiastica, una Chiesa povera tra i poveri, come ha indicato Papa Francesco”.

Anche se può sembrare molto semplice, allora, la croce che Papa Francesco e altri vescovi indossano è un promemoria quotidiano che li tiene concentrati sul loro compito speciale di condurre le anime più vicino a Gesù.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni