Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 17 Settembre |
Roberto Bellarmino
home iconSpiritualità
line break icon

Come Pietro, fidati e lascia il timone della tua barca a Gesù

DUCCIO, CALL, SAINT PETER

Greg Williams | Wikipedia

don Luigi Maria Epicoco - pubblicato il 05/09/19

La santità di Pietro non consiste in una condotta perfetta, ma nell‘umiltà di fidarsi di Gesù e di seguirlo. Facciamo spazio a uno sguardo che ci liberi dalle nostre amare presunzioni.

In quel tempo, mentre, levato in piedi, stava presso il lago di Genèsaret
e la folla gli faceva ressa intorno per ascoltare la parola di Dio, Gesù vide due barche ormeggiate alla sponda. I pescatori erano scesi e lavavano le reti.
Salì in una barca, che era di Simone, e lo pregò di scostarsi un poco da terra. Sedutosi, si mise ad ammaestrare le folle dalla barca.
Quando ebbe finito di parlare, disse a Simone: «Prendi il largo e calate le reti per la pesca».
Simone rispose: «Maestro, abbiamo faticato tutta la notte e non abbiamo preso nulla; ma sulla tua parola getterò le reti».
E avendolo fatto, presero una quantità enorme di pesci e le reti si rompevano.
Allora fecero cenno ai compagni dell’altra barca, che venissero ad aiutarli. Essi vennero e riempirono tutte e due le barche al punto che quasi affondavano.
Al veder questo, Simon Pietro si gettò alle ginocchia di Gesù, dicendo: «Signore, allontanati da me che sono un peccatore».
Grande stupore infatti aveva preso lui e tutti quelli che erano insieme con lui per la pesca che avevano fatto;
così pure Giacomo e Giovanni, figli di Zebedèo, che erano soci di Simone. Gesù disse a Simone: «Non temere; d’ora in poi sarai pescatore di uomini».
Tirate le barche a terra, lasciarono tutto e lo seguirono. (Luca 5,1-11)

“La folla gli faceva ressa intorno per ascoltare la parola di Dio, vide due barche ormeggiate alla sponda. I pescatori erano scesi e lavavano le reti. Salì in una barca, che era di Simone, e lo pregò di scostarsi un poco da terra. Sedutosi, si mise ad ammaestrare le folle dalla barca”. Quello che nel Vangelo di oggi può sembrare casuale in realtà è solo l’incipit della chiamata di Pietro, e dell’incontro che gli cambiò la vita. Apparentemente quello sconosciuto che si portava appresso fiumi di folla, sembra avvicinarsi a Pietro solo per sfruttare la sua barca. E la bellezza di Pietro consiste proprio nell’accoglienza di questo straniero che in realtà poteva risultare solo un problema in più alla fine di una notte di fatica che non aveva portato nessun frutto.

Pietro ha un tratto straordinario di santità non perché nella vita sarà sempre all’altezza delle situazioni, o perché non sbaglierà mai. Anzi, sappiamo bene che Pietro nella vita sbaglierà molto e anche in maniera seria. Ma la sua santità consiste in un tratto di costante umiltà che lo mantiene sempre capace di non rimanere paranoicamente incartato nei suoi problemi, o presuntuosamente aggrappato alle sue convinzioni. Infatti quando abbiamo un problema, o incontriamo un fallimento, solitamente siamo talmente tanto presi da quello che soffriamo o che ci è capitato che quasi mai riusciamo a vedere anche il resto della nostra vita. Fissiamo talmente tanto lo sguardo sul bicchiere mezzo vuoto che non abbiamo più occhi per quello mezzo pieno. Pietro ammette che la nottata è andata male, ma nonostante questo fa spazio a qualcuno che gli dice “prestami la barca”, e quando alla fine di una predica di cui non si riporta nemmeno una parola, Gesù gli intima di prendere il largo, fa qualche resistenza perché da pescatore esperto sa bene che non si pesca a quell’ora, ma alla fine si fida. È questo suo atteggiamento che gli permette di accorgersi di chi è veramente Gesù. Ed è proprio che in quel momento che una cosa casuale si trasforma in ciò che gli cambia la vita.

Tags:
vangelo

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
GETAFE
Dolors Massot
Due sorelle giovanissime diventano suore contemporaneamente a Mad...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
THERESA GIUNI
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Giuni Russo è giunta fino a Cristo per mano d...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
EUCHARIST
Philip Kosloski
Preghiere da recitare all’elevazione dell’Ostia a Messa
7
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni