Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Conoscete l’associazione cattolica “Philangeli”? Sapete cosa fa?

ANGELS
© Wikimedia
Condividi

Conta un milioni di iscritti. La sua ragione di vita è la diffusione del culto degli angeli. Proviamo a saperne di più

Negli anni 60 il teologo americano padre Pascal Parente, defunto nel 1970, così scriveva in un suo libro sugli spiriti celesti:

“Una nuova ondata di interesse e devozione si sta verificando nei nostri giorni. Una nuova associazione mondiale in onore dei santi angeli, appropriatamente chiamata Philangeli, è stata istituita, con approvazione Episcopale, in molti paesi fin dal 1950. Al momento l’associazione dei Philangeli si trova in Inghilterra, in Canada, in America, in Australia, in India, a Roma.

Come implica il nome stesso, i membri di questa associazione desiderano diventare amici veri degli angeli. Oggetto di questa nuova società che è aperta a uomini e donne, chierici, religiosi, e laici, è invocare i santi angeli per la conversione del mondo e per l’istituzione del regno di Cristo Re e per pregare per l’intenzione dei membri dell’associazione. Oltre ai giorni di festa dei tre Arcangeli e quello degli angeli custodi, i Philangeli onorano la nostra Beata Signora con il titolo di Regina degli angeli il 2 Agosto (Porziuncola o Santa Maria degli angeli). L’associazione ebbe origine in Inghilterra nel 1950”.

Posągi aniołów na tle nieba

I Philangeli vennero in realtà stabiliti nel 1947 in Inghilterra da Mary Angela Jeeves defunta nel 1964, con l’intenzione di propagare la conoscenza e la venerazione dei santi angeli tra i fedeli. Una Brochure dei Philangeli del 1956 elenca questi “particolari doveri dei membri”:

  • Ricordare la presenza di Dio; rispettare i santi angeli, essere e mostrare se stessi risolutamente cattolici; non dare mai i loro nomi per sette condannate, e combatterle; indurre al bene il prossimo e soprattutto ricevere spesso i sacramenti della penitenza e della Santa Eucaristia.
  • Recitare una preghiera al giorno per gli obiettivi della Pia Associazione dei Philangeli.
  • I sacerdoti sono chiamati a fare un memento quotidiano nella loro messa.
  • I religiosi sono chiamati per un’intenzione quotidiana simultaneamente ad alcune preghiere ai santi angeli che essi già recitano.
  • I membri sono invitati a recitare una preghiera quotidiana dall’opuscolo (ci sono preghiere ai santi angeli).
  • Celebrare le feste dei Philangeli (vale a dire, le feste dei santi angeli nella Liturgia Romana del tempo).
  • Fare se possibile un ritiro annuale di pochi giorni.
  • I membri devono indossare una medaglia dei santi angeli e tenere un quadro degli angeli nella loro stanza.

Leggi anche: La mistica tedesca che entrava in contatto con i santi e gli angeli

Inoltre si dice: “I Philangeli hanno una particolare devozione per la Santa Trinità, specialmente per lo Spirito Santo, e per la Nostra Signora Regina degli Angeli. Essi hanno un’usanza, sebbene non sia una regola, di salutare gli angeli custodi di coloro che incontrano”.

Negli USA i chierici di San Viatore (Chicago, Illinois) assunsero il controllo della diffusione della devozione cattolica agli angeli. Alle semplici preghiere di invocazione di aiuto indirizzate ai santi angeli i chierici aggiunsero una consacrazione all’angelo custode e un’altra a tutti gli angeli. Una di queste fu creata dal loro fondatore, Fratel Louis Querbes. L’ammissione all’interno dei Philangeli, tuttavia, avviene semplicemente per mezzo di un’iscrizione; i membri vengono soltanto incoraggiati a fare le consacrazioni. Nel 1965, dodici anni dopo la fondazione in Inghilterra il movimento già aveva 140.000 membri solo a Sidney, Australia (cf, Philangeli, in: L’angelo custode, marzo 1962, p. 5. Un volantino pubblicitario del 1970 dei Filangeli stimò che nel mondo vi erano 500.000 membri dell’associazione. Oggi si pensa che i membri siano un milione.

Leggi anche: Gli incontri di Suor Veronica con l’ “angelo del candore”

Ecco la consacrazione che i Philangeli fanno e che è stata tratta da una loro brochure del 1956:

Consacrazione dei Philangeli all’Angelo Custode e a tutti gli Angeli (1956)

“Mio santo Angelo Custode e tutti i santi angeli che, per mezzo della bontà di Dio, sono stati incaricati di guidarmi, assistermi nel dolore, e sostenermi nelle battaglie, io vi ringrazio umilmente. Consacro me stesso a voi in maniera speciale. D’ora innanzi, vi renderò speciale onore nell’adempiere fedelmente le pratiche dei Filangeli. Io vi supplico, amabile protettore, di difendermi contro i miei nemici, di allontanarmi dalle occasioni di peccato, di rendermi docile alle vostre sante ispirazioni, e di proteggermi nell’ora della mia morte. Amen.

Maria, consacriamo a te il nostro corpo e la nostra anima affinché possiamo diventare una cosa sola con Gesù, adorandolo con gioia con tutta la nostra mente, cuore e forza, ed essere sempre pronti ad ascoltare la Sua parola e agire secondo essa. Aiutaci a diventare come Maria, tabernacolo vivente dell’Altissimo.

Tu che sei chiamato “Forza di Dio”, sii la nostra forza in tempo di tentazione, e in tutte le difficoltà che dobbiamo affrontare, aiutaci a perseverare. Angelo di consolazione, conforto di Gesù nella sua agonia, assistici in tutte le agonie della nostra vita sulla terra, e infine quando saremo chiamati al trono di Dio, sii presente accanto a noi per annunciarci che abbiamo trovato favore agli occhi di Dio, così che possiamo adorarlo eternamente con tutti i santi e gli angeli in paradiso. Amen”.

Leggi anche: Alcune cose da sapere sulla moltitudine e la gerarchia degli angeli

 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.