Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 04 Agosto |
San Giovanni-Maria Vianney
home iconStorie
line break icon

Il sorprendente gesto di fede di Egan Bernal, campione del Tour de France

EGAN BERNAL

MARCO BERTORELLO | AFP

Vicente Silva Vargas - pubblicato il 14/08/19

Il colombiano, di appena 22 anni e professionista da poco tempo, è diventato il primo latinoamericano a vincere la gara ciclistica più antica e prestigiosa del mondo

Egan Arley Bernal Gómez ha sorpreso il mondo con un bel gesto della fede cattolica che ha sempre praticato in casa. Negli Champs Élysées, in diretta televisiva e davanti a centinaia di giornalisti di tutto il mondo, il campione ha fatto il segno della croce sul fratello Ronald, che a sua volta ha benedetto Egan. Poi Egan e i suoi genitori hanno fatto lo stesso, scambiandosi simultaneamente il segno della croce.

https://twitter.com/edgamart/status/1155629682714394641

Il campione del Tour de France, un giovane di cui fino a qualche settimana fa si sapeva ben poco ma di cui oggi tutti parlano con ammirazione, ha compiuto questo gesto in modo semplice e naturale, dopo aver battuto rivali del calibro del britannico Geraint Thomas, dello spagnolo Alejandro Valverde, dell’italiano Vincenzo Nibali e del francese Julian Alaphilippe, e i suoi compatrioti Nairo Quintana e Rigoberto Urán.

Anche se alcuni commentatori di Europa e America erano convinti che Egan avrebbe vinto la terza competizione più importante del mondo dopo i Giochi Olimpici e i Mondiali di Calcio, ben pochi credevano che lo avrebbe fatto ad appena 22 anni e solo tre anni dopo essere entrato nel mondo del ciclismo professionistico.

La Colombia – Paese ciclistico per eccellenza dagli anni Cinquanta del XX secolo, con un enorme prestigio soprattutto a livello di percorsi di alta montagna – si è emozionata nelle ultime settimane per ciascuna delle pedalate del giovane ciclista, diventato un punto di riferimento per i giovani colombiani.

La storia di Egan Arley e della sua famiglia è segnata da sacrifici, disciplina personale, umiltà e un’ammirevole unità familiare.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
storie
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
MADELEINE PAULIAC
Sandra Ferrer
La dottoressa che aiutò a partorire delle suore violentate
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
NEWBORN, GIRL
Annalisa Teggi
Genova: neonata lasciata nella culla per la vita. Affidata, non a...
4
MAN, ALZEHIMER, WOMAN
ACI Digital
Cosa accade all’anima di una persona che ha l’Alzheim...
5
Gelsomino Del Guercio
Don Patriciello richiama Fedez che incita all’aborto: i pre...
6
JENNIFER CHRISTIE
Jeff Christie
Mia moglie è rimasta incinta del suo stupratore – e io ho accolto...
7
BISHOP BARRON
Francisco Vêneto
Il vescovo Barron mette in guardia sull’ideologia del testo...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni