Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

6 situazioni della vita quotidiana in cui Dio ci risponde in modo meraviglioso

christ
Condividi
di Kenneth Pierce

Abbiamo tutti giorni o momenti in cui ci sentiamo tristi e vediamo tutto come se fosse sotto un cielo grigio e nuvoloso. La nostra testa va da una parte e il nostro cuore dall’altra, e ci costa sorridere o guardare con calore il mondo che ci circonda.

A volte ci sforziamo perfino di trovare argomentazioni o motivi per affondare nella nostra solitudine e nella nostra amarezza. Quanto è facile trovare delle ragioni per commiserarci e giustificare la nostra tristezza!

A volte penso che ci sia una soluzione molto facile per quei giorni: guardarci allo specchio. Ovviamente non per compiacerci del nostro aspetto o per trovare altre ragioni per sprofondare nella tristezza, ma per ricordare due verità incredibili, che se ci pensassimo con profondità (e ci credessimo) per un minuto cambierebbero tutta la nostra vita: numero uno, sono immagine e somiglianza di Dio, numero due, sono figlio di Dio.

Dio non è “come un padre”, lo è davvero. Gesù ci ha invitati a rivolgerci al Padre come figli, e San Paolo lo ha scritto in modo vero e profondo: “E che voi siete figli ne è prova il fatto che Dio ha mandato nei nostri cuori lo Spirito del suo Figlio che grida: Abbà, Padre! Quindi non sei più schiavo, ma figlio; e se figlio, sei anche erede per volontà di Dio” (Galati 4, 6-7).

Forse i nostri genitori non sono stati i migliori, e questo a volte fa distorcere un po’ il modo in cui possiamo intendere Dio come Padre. Ad ogni modo, anche se i nostri genitori non sono stati esemplari, possiamo sempre pensare a come avrebbero dovuto essere, o magari a come vorremmo essere noi come genitori.

Mi è venuto in mente che a Dio possiamo rivolgere molte frasi che spesso abbiamo rivolto ai nostri genitori, solo che risponde in modo diverso.

1. Papà, ho bisogno di soldi! (Non ci mancherà mai il necessario)

Chi non ha mai chiesto denaro ai genitori? Forse a volte i nostri genitori non possono darci quello che chiediamo loro, ma con Dio sappiamo che non ci mancherà mai il necessario.

A volte diciamo ai nostri padri – e soprattutto alle madri – “Ho fame!” Dio mette a nostra disposizione come cibo il suo corpo e il suo sangue nell’Eucaristia, oltre a tutte le grazie che ci offre per alimentare la nostra vita spirituale.

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.