Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 29 Novembre |
Santa Caterina Labouré
Aleteia logo
Arte e Viaggi
separateurCreated with Sketch.

Pubblicato in Francia un fumetto sulla vita di san Massimiliano Maria Kolbe

Couverture BD Kolbe

Éditions Artège

Benjamin Fayet - pubblicato il 13/08/19

Lo scenografo Jean-François Vivier e il disegnatore Régis Parenteau-Denoël (che si firma “Denoël”) pubblicano per le edizioni Artège “Maximilien Kolbe, un saint à Auschwitz” [Massimiliano Kolbe, un santo ad Auschwitz, N.d.T.], un fumetto assai riuscito dedicato al grande santo polacco.

Lo scenografo Jean-François Vivier e il disegnatore Régis Parenteau-Denoël (che si firma “Denoël”) pubblicano per le edizioni Artège “Maximilien Kolbe, un saint à Auschwitz” [Massimiliano Kolbe, un santo ad Auschwitz, N.d.T.], un fumetto assai riuscito dedicato al grande santo polacco. Entrambi avevano già pubblicato, sempre con Artège, “Franz Stock, passeur d’âmes” [“Franz Stock, il contrabbandiere di anime”, N.d.T.], altro grande santo del XX secolo.


KOLBE

Leggi anche:
Massimiliano Kolbe: una luce all’inferno

Benjamin Fayet: Avete appena pubblicato un fumetto che ripercorre la vita di san Massimiliano Kolbe. Lavorare a lungo sulla vita di un uomo così luminoso ha cambiato qualcosa in voi?

Jean-François Vivier: Lavorare su questo tipo di personaggi obbliga per forza a mettersi in discussione quanto alla propria vita. Ciò che più mi ha colpito, in Massimiliano Kolbe, è il suo abbandono totale alla volontà della Vergine.

Régis Parenteau-Denoël: La realizzazione di questo fumetto è stata molto intensa, per me: otto mesi di lavoro continuo, inclusa gran parte dei fine-settimana e molte serate. Mia madre mi aveva lasciato, prima di morire, tre libri su padre Kolbe – fra cui delle testimonianze e i suoi scritti spirituali. Questo mi ha aiutato molto a familiarizzarmi con la sua straordinaria personalità. La comitiva di Massimiliano Kolbe ti nutre: davanti a un uomo così diventi umile necessariamente, tanto è controcorrente rispetto al nostro tempo quanto al dono totale e all’amore del prossimo.

B. F.: Evangelizzare a mezzo dei media, come egli fece mediante il giornalismo, è qualcosa che anche voi cercate di fare con i vostri fumetti?

J.-F. V. : L’impatto dei media, e in particolare dell’immagine, è molto forte nel nostro mondo. E allora, se può servire a elevare le anime invece che il contrario… bisogna servirsene!

R. P.-D.: Mi sforzo di condividere con il maggior numero possibile di persone, dagli 8 agli 88 anni, credenti e non, in uno stile deliberatamente classico, chiaro e leggibile. Sono sempre profondamente toccato, quando mi dicono che il nostro fumetto è stato commovente. Si svegliano delle cose… è la bellezza di questo mestiere e di questo mezzo di comunicazione squisitamente popolare.

B. F.: Qual è la sfaccettatura della personalità di padre Kolbe che vi ha più toccati?

J.-F. V. : La sua ricerca immemorabile della santità. Una frase che scrisse nel suo diario quando era giovanissimo prete mi ha particolarmente colpito: «Essere santo, e un gran santo». Tutta la sua personalità è in questa frase, mi pare.

R. P.-D.: Massimiliano Kolbe significa condivisione e compassione sospinte fino al dono della vita. Sconvolgente.

B. F.: Cosa vi piacerebbe che il vostro fumetto trasmettesse ai giovani e ai meno giovani che lo leggeranno?

J.-F. V. : Siamo in una società che vaneggia da tutte le parti, ma in passato non sono mancate epoche difficili. Mediante queste grandi figure vorrei portare un po’ di speranza e di coraggio alla generazione che viene dopo di noi. Come diceva Franz Stock (del quale pure abbiamo raccontato la vita in un fumetto): «Il numero dei santi voluti da Dio in essa basta a salvare un’epoca».

R. P.-D.: La compassione, in particolare; il gusto della bellezza, del vero, indissolubilmente legati. Il dono di sé, proporzionatamente alle proprie capacità e al proprio ruolo nella società. Siate generosi e inventivi!

B. F.: Che posto occupa Massimiliano Kolbe nella Polonia attuale? Si prevede che il vostro libro venga tradotto in polacco?

J.-F. V. : Massimiliano Kolbe è molto venerato, in Polonia. Un’amica polacca mi diceva che aveva accompagnato tutta la sua infanzia. Il costo dei libri in Francia e in Polonia, però, non è comparabile, e malgrado l’interesse di diversi editori polacchi sembra che la cosa non possa farsi. Un vero peccato, però abbiamo la consolazione di una traduzione americana.

R. P.-D.: Spero comunque che una versione polacca vedrà la luce, che io possa scoprire davvero Niepokalanow e che arriviamo a toccare la generazione in fiore di quel Paese.

Artège

Maximilien Kolbe, Un saint à AuschwitzJean-François Vivier, Denoël, Artège, 52 pagine, € 14,90.

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Tags:
fumettifumettosan massimiliano maria kolbe
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni