Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 12 Maggio |
home iconStorie
line break icon

Ex militare sovietico realizza la sua vocazione infantile e viene ordinato sacerdote

Pe. Victor Pogrebnii

Pe. Victor Pogrebnii ( Arquivo Pessoal / Vatican News)

Aleteia - Vatican News - pubblicato il 13/08/19

La fede nella clandestinità

Vivere la fede in un regime ateo oppressivo come il comunismo è già pericoloso e difficile per un cittadino comune, ma per un militare, inserito in una rigorosa struttura di controllo, sembrerebbe quasi impossibile.

“È stato un brutto momento quando in servizio al Polo Nord i miei superiori hanno trovato il testo del Vangelo. E ancora quando sono stato scoperto dalla Polizia ad aiutare nella costruzione della chiesa di Slobozia-Raşcov. Fui segnalato ai superiori e interrogato. Quando potevo, frequentavo una chiesa cattolica che era di fronte gli uffici del KGB, per entrarvi dovevo stare attento che non se ne accorgessero. Ero un cattolico clandestino, nascosto e con la paura. Ho cercato anche di capire se tra i miei compagni ci fosse qualche altro cattolico, ma era impossibile esporsi”.

Via Vatican News

Una famiglia felice

“La mia vita ormai era tracciata e amavo mia moglie. Dal nostro legame sono nati due figli, e poi i loro matrimoni, e successivamente sono diventato nonno grazie al dono di tre nipoti. Però ho avuto anche la gioia di seguire il cammino di mio fratello, che è diventato sacerdote”.

Quando l’incubo comunista è finalmente terminato, Victor ha potuto educare i suoi figli apertamente e senza timori nella vita cristiana. Andato in pensione, viveva tranquillamente con moglie, figli e nipoti.

Nel 2008 sua moglie è venuta a mancare, e Victor ha iniziato a riflettere sulla sua vocazione iniziale: la dolce chiamata di Dio a diventare sacerdote.

Di nuovo davanti all’altare

Nello stesso anno, il vescovo di Kiev lo ha accolto in seminario. Quattro anni dopo, il 7 gennaio 2012, Victor ha camminato di nuovo verso l’altare di Dio, stavolta per ricevere il sacramento dell’ordine sacerdotale, sotto lo sguardo pieno di affetto, emozione e sostegno dei figli, dei nipoti e di altri familiari, compreso il fratello minore, sacerdote già da vari anni.

Via Vatican News

“Non posso spiegare l’emozione di quel momento e soprattutto di questa immersione nella fede che mi riportava ai tempi della gioventù e della comunità di Slobozia-Raşcov. Allo stesso tempo pensavo a mia moglie, al fatto che lei fosse certamente contenta, lassù in cielo, di questa mia nuova scelta. Prima di intraprendere la formazione in Seminario ho voluto ascoltare i miei figli e comprendere come loro vedessero questa mia decisione. Ho trovato in loro una comprensione stupenda, tale da rendermi ancora più convinto della scelta, che non annullava assolutamente il passato da sposo e padre, ma rendeva possibile una vocazione che doveva attendere i suoi tempi e passare attraverso la difficile prova di un sofferto regime”.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
sacerdoteunione sovietica
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
rosary
Aleteia
Sapete quali sono i sacramentali istituiti dalla Madonna?
7
Gelsomino Del Guercio
Marino Bartoletti: mi sono affidato alla Madonna dopo la morte di...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni