Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Siamo tutti feriti dal male ma anche tutti chiamati alla santità!

6 year old redheaded boy
By Tanya Little/Shutterstock
Condividi

"Ancora una volta, tocco con mano come ciascuno di noi sia vulnerabile al male. Nessuno può dirsi sicuro di se stesso; perché la potenzialità del male è dentro ciascuno di noi".

Sono sconvolta. Ho appena saputo che una persona che conoscevo e stimavo si è resa protagonista qualche settimana fa di un dolorosissimo e gravissimo fatto di sangue. Per pietas ometto i dettagli. Ancora una volta, tocco con mano come ciascuno di noi sia vulnerabile al male. Nessuno può dirsi sicuro di se stesso o di se stessa; nessuno può ergersi a giudice del suo prossimo, perché la potenzialità del male è dentro ciascuno di noi.

Per carattere e per indole tendo sempre a vedere più il bene che il male, e a cercare di scorgere e di credere nell’…innocenza originale che il buon Dio ha seminato nel nostro cuore ben prima che il male inquinasse la nostra bellezza. Ma so anche che in tutti noi esseri umani c’è l’inquietante capacità di compiere il male, di essere violenti, di diventare disperati.

Quando abbiamo creduto a colui che ci vuole infelici e abbiamo smesso di fidarci di Dio, abbiamo cominciato a pensare che libertà sia la possibilità di scegliere fra due cose, come se compiere il bene o il male equivalesse a vestirsi di rosso o di giallo. La libertà è invece la possibilità di realizzarsi, di essere felici; e queste abitano soltanto nell’amore, che è ciò per cui siamo stati creati.

Eppure questa fragilità ci abita, e talora sembra quasi possederci. Io so che Dio lo sa, e che i limiti della sua misericordia sono senza confini. Io so che la compassione di Dio è così forte da aver voluto farsi uomo e dare la vita per noi, purché noi potessimo essere salvati. E spero che, quando la storia umana fluirà nell’amore eterno di Dio, anche tutta la violenza, l’ingiustizia, la sofferenza e la cattiveria dell’uomo troveranno pace nella misericordia del Signore.

Forse ora è tempo solo di tacere, e di cercare di avvolgere i ricordi, le domande e la confusione in un abbraccio che sia quello della tenerezza del Padre. Un giorno capiremo. Per ora, possiamo solo stringerci gli uni agli altri, e cercare di vivere nell’amore la solidarietà fra coloro che sono – tutti – feriti dal male ma anche – tutti – chiamati alla santità.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO DA CHIARA BERTOGLIO

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.