Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 11 Aprile |
Sabato dell'Ottava di Pasqua
home iconStorie
line break icon

“Non ho le gambe, ma Dio mi ha donato le ali”. Il toccante messaggio di un poliziotto colombiano

CARVAJAL RUEDA

Nicolas Galeano - Presidencia

Vicente Silva Vargas - pubblicato il 26/07/19

José Fernando Carvajal Rueda ha perso le gambe mentre sminava un campo

Le immagini di un giovane in uniforme che marciava con le stampelle e delle protesi alle gambe accanto a un labrador e l’inatteso saluto del Presidente Iván Duque durante una sfilata militare hanno emozionato migliaia di colombiani.

È accaduto il 20 luglio a Bogotá, di fronte a migliaia di invitati e in diretta televisiva. Il protagonista è stato José Fernando Carvajal Rueda, poliziotto di 23 anni che pur avendo perso le gambe ha deciso di marciare nella sfilata con cui le forze armate commemorano la festa dell’Indipendenza della Colombia.

Con le protesi adottate poche settimane dopo l’incidente, Carvajal Rueda ha sfilato con passo militare accanto ad altri uomini più anziani di lui che hanno perso braccia, occhi o mani in azioni antiterrorismo o nella lotta dello Stato colombiano contro i coltivatori di coca. Quando lui e il suo cane Hulk sono passati davanti alla tribuna d’onore, il Presidente Duque ha infranto il protocollo ed è andato a salutare il ragazzo, stringendolo in un forte abbraccio.

CARVAJAL RUEDA
Twitter-Juan Diego Carvajal Rueda

Poche ore dopo l’incontro, Duque ha scritto su Twitter: “Salutiamo con affetto il poliziotto della @PoliciaColombia José Fernando Carvajal Rueda, vittima di una mina antiuomo. Rendiamo un sentito tributo e un grande ringraziamento ai nostri soldati e poliziotti in condizioni di disabilità, colpiti mentre svolgevano il proprio dovere”.

  • 1
  • 2
Tags:
attentatocolombiapoliziotto
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
girl stop in the street
Claudio De Castro
“Vieni a trovarmi”, insisteva Gesù dal tabernacolo
2
Gelsomino Del Guercio
Le assurde messe in prigione del cardinale Simoni: pensavano foss...
3
Archbishop Georg Gänswein
i.Media per Aleteia
Mons. Gänswein: si pensava che Benedetto XVI sarebbe vissuto solo...
4
Gelsomino Del Guercio
Le stigmate di Domenica Galeano, la veggente di Briatico, sono ve...
5
christian couple
Orfa Astorga
Coppia e religione: quando la “mescolanza” non è sana
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
CHIARA AMIRANTE
Gelsomino Del Guercio
Chiara Amirante inedita: la cardiopatia, l’omicidio scampat...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni