Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 02 Dicembre |
Blanca de Castilla
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Come proteggere la vostra famiglia dal demonio, secondo San Charbel Makhlouf

COMFORTING DAUGHTER

Shutterstock

Philip Kosloski - pubblicato il 24/07/19

Il famoso santo maronita credeva che Satana fosse deciso a distruggere la famiglia

San Charbel era un umile eremita maronita morto nel 1898 e da allora noto per gli innumerevoli miracoli attribuiti alla sua intercessione. Era un sacerdote santo strettamente unito a Gesù sulla Terra, e possedeva una grande saggezza che era frutto della sua profonda preghiera.

Nei suoi scritti, alcuni dei quali possono essere trovati nel libro Love is a Radiant Light: The Life & Words of Saint Charbel, scrive della famiglia e del suo nemico principale, il diavolo. I suoi pensieri al riguardo sono ulteriormente approfonditi su SlideShare.

San Charbel spiegava che il diavolo aveva sempre concentrato le sue energie sulla distruzione della famiglia, perché questa riflette da vicino l’immagine di Dio:

La famiglia è la base del progetto del Signore, e tutte le forze del male stanno concentrando tutto il loro male per distruggerla perché sanno che distruggendo la famiglia verranno scosse le basi del progetto divino. La guerra del Maligno contro il Signore è la sua guerra contro la famiglia, e la guerra del Maligno contro la famiglia è il fulcro della sua guerra contro il Signore, perché la famiglia è l’immagine di Dio, dall’inizio della creazione di questo universo. Il Maligno si sta concentrando sulla distruzione della famiglia, la base del progetto di Dio.

Non bisogna andare molto lontano per vedere delle dimostrazioni del progetto di Satana nel nostro mondo, perché in quello moderno la famiglia è frammentata e divisa.


GUARDIAN ANGEL

Leggi anche:
Breve preghiera all’angelo custode per ottenere la protezione quotidiana

San Charbel offriva poi dei consigli alle famiglie su come proteggersi dagli attacchi del Nemico:

Custodite le vostre famiglie e tenetele lontane dagli schemi del Maligno attraverso la presenza di Dio in loro. Proteggetele e custoditele mediante la preghiera e il dialogo, la comprensione e il perdono reciproco, l’onestà e la fedeltà, e soprattutto l’ascolto. Ascoltatevi con le orecchie, gli occhi, il cuore, la bocca e i palmi delle mani, e tenete il fragore del rumore del mondo lontano da casa vostra perché è come una tempesta furiosa e un’onda violenta – una volta entrate in casa spazzeranno via tutto e disperderanno chiunque. Preservate il calore della famiglia, perché quello del mondo intero non può compensarlo.

È interessante notare come San Charbel sottolinei la necessità di “tenere il fragore del rumore del mondo lontano da casa”. Vivendo nella seconda metà del XIX secolo, il santo non avrebbe mai potuto immaginare quanto rumore ha invaso le famiglie negli ultimi 50 o 60 anni e quanto sia difficile ottenere il silenzio. Come aveva predetto, la famiglia sembra essere profondamente ferita da questa invasione del rumore.

San Charbel ha una grande saggezza da insegnarci se siamo disposti ad ascoltare le sue parole. Se vogliamo proteggere la nostra casa dall’influenza del demonio, cerchiamo di creare una cultura dell’ascolto, sforzandoci di ridurre il rumore nelle nostre case e di mantenere vivi il dialogo, la comprensione e il perdono.

Tags:
chiesa maronitadiavolofamigliaprotezionesanti e beati
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni