Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 30 Ottobre |
San Marciano di Siracusa
home iconArte e Viaggi
line break icon

Gli archeologi credono di aver trovato la chiesa degli Apostoli presso il Mare di Galilea

NEWLY DISCOVERED BIBLICAL SITE

Menahem Kahana | AFP

Zelda Caldwell - pubblicato il 22/07/19

I ritrovamenti combaciano con i racconti di un vescovo bavarese che visitò la Terra Santa nel 725

Nell’anno 725, un vescovo bavarese di nome Willibald si recò in Terra Santa e in seguito riferì di aver visto la chiesa di Pietro e di suo fratello Andrea.

Dal racconto dei suoi viaggi, scritto da Hunenbreg, una suora anglosassone che conobbe personalmente Willibald, possiamo dedurre quale fosse l’itinerario dei pellegrini:

“Poi andarono a Betsaida, città natale di Pietro e Andrea. Una chiesa ora occupa il luogo in cui una volta si ergeva la loro casa. Passarono la notte lì, e il mattino dopo partirono per Gerasa, dove nostro Signore curò l’uomo posseduto dal diavolo e fece entrare i demoni in una mandria di porci”.

Per secoli, questo racconto ha costituito la base della tradizione cristiana per la quale sul luogo in cui sorgeva la casa degli apostoli di Gesù venne costruita una chiesa.

Ora, come riferisce un articolo di Haaretz, gli archeologi credono di aver trovato quella chiesa, che in base ai dati desunti dalle monete d’argento raccolte sul posto potrebbe essere stata costruita in epoca bizantina, quasi 500 anni dopo il periodo in cui avevano vissuto gli apostoli.

Secondo l’articolo, gli archeologi del Kinneret Academic College e del Nyack College di New York che hanno effettuato gli scavi nella Riserva Naturale di Bteikha, presso il Mare di Galilea, hanno trovato resti di una chiesa dell’epoca bizantina, come indica la presenza di tessere di mosaico.

Il professor R. Steven Notley del Nyack College ha detto a Haaretz che “sono di mosaici murali e appaiono solo nelle chiese”.

Il sito della chiesa è stato scoperto per la prima volta nel 2017, e gli archeologi credono che si tratti dei resti di un’antica città romana che una volta avrebbe potuto essere il villaggio di pescatori di Betsaida, noto nei Vangeli come patria degli apostoli Pietro, Andrea e Filippo.

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
apostoliarcheologiachiesa
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
Timothée Dhellemmes
Seconda ondata di Covid: in Europa il culto c...
Lucandrea Massaro
Sale il numero di morti nell'attentato di Niz...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
ERIN CREDO TWINS
Cerith Gardiner
“Dio ha senso dell'umorismo”: coppia di genit...
EMILY RATAJKOWKSI
Annalisa Teggi
Emily Ratajkowski: scoprirò il sesso di mio f...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni