Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 19 Gennaio |
Santa Margherita d'Ungheria
home iconFor Her
line break icon

L'endometriosi colpisce il corpo e ferisce anche l'anima, parliamone

WOMAN, WORRIED, FACE

B-D-S Piotr Marcinski | Shutterstock

Annalisa Teggi - pubblicato il 19/07/19

Una patologia invalidante che colpisce fino al 15% della popolazione femminile in età riproduttiva; oltre al dolore fisico anche le ferite nei legami affettivi procurano sofferenza nelle donne.

Il nuovo numero di BenEssere, la salute con l’anima (agosto 2019) propone una testimonianza curata da Andrea Porta su una malattia molto subdola e invalidante per le donne, l’endometriosi (è provocata dalla presenza di endometrio, mucosa che normalmente riveste esclusivamente la cavità uterina, all’esterno dell’utero). Oltre a dolori addominali fortissimi, anche altre conseguenze contribuiscono a rendere il quadro di questa patologia molto serio: difficoltà della diagnosi, possibile infertilità e dolore acuto durante i rapporti intimi. La donna viene colpita fisicamente ma anche profondamente nella sua femminilità, nel desiderio di maternità e nel legame affettivo con il proprio compagno.

L’endometriosi è una condanna, per le donne affette dalle sue forme più pesanti: dolori indescrivibili dovuti alla formazione di tessuto endometriale ben al di fuori dell’utero, fino a toccare organi interni. Le cause? Ancora poco note, tanto che ai sintomi si aggiunge il senso di impotenza.

Il Ministero della salute ci offre i dati a disposizione per il nostro paese: in Italia sono affette da endometriosi il 10-15% delle donne in età riproduttiva; la patologia interessa circa il 30-50% delle donne infertili o che hanno difficolta a concepire. Le donne con diagnosi conclamata sono almeno 3 milioni. Il picco si verifica tra i 25 e i 35 anni, ma la patologia può comparire anche in fasce d’età più basse.




Leggi anche:
Endometriosi: una cura efficace contro il dolore

Brava Giulia

La voce personale di chi condivide le nostre stesse ferite e fatiche è un alleato potente. Leggendo l’articolo, si incontra la storia di Giulia, una donna che non si è lasciata sconfiggere dai molti ostacoli e dolori che l’endometriosi le ha procurato. l’orizzonte della sua vita oggi è pieno della presenza di un marito meraviglioso, Paolo, e di due figlie in affido. Alle spalle però c’è un percorso che ha conosciuto momenti di crisi pesante, perché oltre al dolore fisico c’è stato il calvario lunghissimo di arrivare a una diagnosi chiara. Nel caso di Giulia anche la sua capacità di camminare è stata compromessa, oggi ha ottenuto l’invalidità:

E poi questa malattia è subdola, capace com’è di trasformarsi in mille altre cose: «Negli anni sono arrivata a subire danni nervosi, che mi hanno compromesso movimenti e autonomia». Giulia oggi ha un’invalidità al 75 per cento che l’ha obbligata ad abbandonare il lavoro: «Ero un’agente immobiliare, un lavoro che amavo: stare a contatto con il pubblico mi faceva sentire bene».

Sul versante più intimo altre ombre oscuravano la sua anima, tra tutte il senso di colpa di non poter rendere padre l’uomo che amava. L’affido è stata la strada per aprire un’ipotesi di vita feconda, anche se diversa da quella che immaginava.

CIERPIENIE
Shutterstock

Parliamone

L’intraprendenza personale gioca un ruolo fondamentale nella malattia, ma per quel che riguarda l’endometriosi c’è anche bisogno di “fare squadra” perché sul tema di sintomi, diagnosi e cura il percorso è ancora molto incerto. La malattia si può presentare in stadi di severità crescente e non esistono terapie mediche curative.


GIRL, MOON, HANDS

Leggi anche:
Il ciclo mestruale, né tabù né leggenda: “osservati, sei parte della terra e del cielo!”

Giulia ha deciso di mettere a tema tutte le incognite e le possibilità di aiuto in un gruppo, per condividere il confronto con altre donne che hanno la stessa malattia. “L’endometriosi, parliamone” raccoglie testimonianze, spunti e riflessioni ed è un modo concreto per non lasciare alla rassegnazione l’ultima parola. Sappiamo infatti che, per quel che riguarda ogni sfumatura di sofferenza, la solitudine e l’isolamento sono gabbie in grado di degenerare in disperazione quello che la voce di un amico può invece trasformare in uno sguardo di vita nuovo.

CLICCA QUI PER ABBONARTI ALLA RIVISTA

Tags:
ciclo mestrualedonnesalute
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Van...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Papa Giovanni Paolo II
Philip Kosloski
La formula di San Giovanni Paolo II per sconf...
LEANDRO LOREDO
Esteban Pittaro
Morire con un sorriso, seminando santità anch...
DEATH PENALTY
Don Fortunato Di Noto
«"Cara" Lisa, oggi morirai con l'iniezione le...
DEATH PENALTY
Don Fortunato Di Noto
«"Cara" Lisa, oggi morirai con l'iniezione le...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni