Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Un nuovo film di Terrence Malick esplora la vita di Cristo

Terrence Malick
Condividi

Il regista dell’acclamatissimo The Tree of Life mostra i segni di una nuova direzione, più esplicitamente cristiana

La mia speranza è che The Last Planet possa segnare una svolta definitiva nella nostra comprensione culturale di un “film cristiano”. Per decenni, i produttori e i registi di film cristiani sono caduti nella trappola artistica descritta da Flannery O’Connor nel suo saggio Novelist and Believer:

“Da quando esistono cose come i romanzi, il mondo è stato inondato da fiction di cattiva qualità di cui è stato responsabile l’impulso religioso. Il romanzo religioso poco pregnante si verifica quando l’autore presuppone che per via delle sue convinzioni sia in qualche modo dispensato dal dovere di entrare nella realtà concreta. Penserà che gli occhi della Chiesa o della Bibbia o della sua teologia particolare abbiano già fatto tutto al posto suo, e che il suo compito sia adattare questa visione essenziale a modelli soddisfacenti, sporcandosi il meno possibile in questo processo”.

Piuttosto che penetrare la realtà concreta, i cattivi film religiosi di oggi offrono banalità morali preconfezionate; piuttosto che offrire una visione religiosa nuova ed esigente mescolano temi religiosi ben navigati, e anziché sporcarsi con il mistero del mondo aleggiano su di esso in una sorta di sentimentalismo soft. Dall’altro lato i film di Malick – per la frustrazione dei suoi detrattori e la delizia dei suoi fans – sono ostinatamente concreti e misteriosi. Il regista offre uno sguardo profondamente fenomenologico alle “cose in sé”, e una profonda analisi sacramentale della presenza di Dio in quelle cose.

Qualunque cosa sia o diventi The Last Planet, a Dio piacendo conquisterà occhi e orecchie e convertirà le anime alla realtà di Cristo.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni