Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 19 Gennaio |
Santi Mario e Famiglia
home iconNews
line break icon

Addio Andrea Camilleri. Aveva detto: forse avrei bisogno anche io di Dio nella mia vita

autore montalbano

Public Domain

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 17/07/19

Lo scrittore della fortunata serie "Montalbano" aveva 93 anni. Ha sempre avuto un rapporto complicato con la fede. Diceva di non aver paura della morte e che il matrimonio era stato il giorno più bello della sua vita

Il grande scrittore siciliano Andrea Camilleri, autore della fortunata serie di romanzi sul commissario Montalbano, è morto oggi a 93 anni. Da oltre un mese era ricoverato in ospedale a Roma in gravi condizioni.

“La morte? Ci rispettiamo”

«Non ho paura di niente». «Neanche della morte?» «No». «Che rapporto ha con la morte, maestro Camilleri?» «Buono, ci rispettiamo. Accogliere la morte come un atto dovuto è saggezza».
Nella sua ultima intervista pubblica, rilasciata a Radio Capital, il 12 giugno, il più celebre tra gli scrittori siciliani contemporanei, attualmente ricoverato in condizioni gravi, aveva parlato così della morte, come a preannunciare un malore che si spera non gli sarà fatale (La Repubblica, 17 luglio).

camilleri nel 2008
Public Domain

“Il giorno più bello? Il matrimonio”

Con il tono pacato e rauco che lo contraddistingue, Camilleri ha raccontato in quest’occasione anche aneddoti che hanno caratterizzato la sua vita, nella quale, dice di non avere rimpianti. «Ho avuto una vita fortunata. Di qualcuno che ha fatto sempre quello che voleva, si è guadagnato il pane facendo quello che gli piaceva e ora è felice con i suoi pronipoti».

Il ricordo più bello della vita del papà del commissario Montalbano è stato facile da identificare: il giorno in cui si è sposato. Una giornata memorabile.


WOMAN PRAYING

Leggi anche:
La fede si può perdere e poi riacquistare? In che modo?

Il difficile rapporto con Dio: non era credente

In un’intervista pubblicata suTestimoni (2000), Camilleri aveva parlato del suo rapporto difficile con la fede:

«…non sono praticante, ma sono stato in collegio dai preti, il Convitto Vescovile di Agrigento. Ma anche allora da ragazzino, per tutto quello che era la ritualità dell’andare a Messa, la Comunione, lo facevo ma non c’era nessun entusiasmo e nessuna convinzione. Non credo che questo atteggiamento sia agnostico, credo che sia la parola giusta, e nasce da letture, da romanzi, da filosofie varie: è un atteggiamento naturale, spontaneo (…)».D – Quindi Dio non sta nella sua vita?R – «No, Dio non sta nella mia vita. Ci stanno molte cose nella mia vita, ci sta l’idea di spirito sicuramente, non ci sta materialismo banale o altro. Ci sta “Perché non possiamo dirci cristiani di Benedetto Croce”. Ma la fede, quella non ce l’ho».D – Le dispiace?R – «In un certo senso sì. Guardi che no lo dico a quest’età e sono 75 anni dove uno comincia un po’ a tirare i conti della propria esistenza e un po’ di fede forse gli farebbe avere un po’ meno paura, che è esattamente questo probabilmente. Chi ha fede ha una ragione, quindi meno paura degli altri. Ma non l’avevo neanche quand’ero giovane e già maturo. Ho un gran rispetto per la fede, ho un gran rispetto per quelli che hanno fede. Ho quasi ammirazione per le persone che hanno fede».


PIF

Leggi anche:
Pif: se devo vivere la fede come l’italiano medio, preferisco essere agnostico

Quando Papa Giovanni XXIII gli disse: si scusi con Dio

La scrittore in quell’intervista ha ricordato anche un simpatico aneddoto con Papa Giovanni XXIII, quando era ancora patriarca di Venezia:

«Stavo ad Assisi facendo uno spettacolo per la Pro Civitate Cristiana. Lo scenografo mi fece arrabbiare. Era la prova generale, c’era il patriarca di Venezia, altri due cardinali, un po’ di vescovi. E io attraversai tutta intera la sala bestemmiando, salii in palcoscenico e diedi un cazzotto allo scenografo. Quando mi voltai non c’era più nessuno. Mi vergognai profondamente di questo fatto. Ecco pur non essendo credente, perché mi era parso di essermi abbandonato a un gesto di cattiva educazione spaventosa, ma proprio soffrivo internamente che a casa loro per uno spettacolo, io li avevo offesi. Ero convinto. E quindi andai da don Ernesto Rossi e gli dissi “Dico, guardi che io mi voglio scusare con…”. Entrai da questo patriarca di Venezia e gli dissi “Io volevo scusarmi”. “Ne ha ragione – mi disse – di scusarsi, non con me, si scusi con Dio se ci riesce”. “E senta sono mortificato”. “Capisco la sincerità del suo essere mortificato, ha agito male, bisogna che lei ci rifletta, non si lasci andare così stupidamente. Però – mi disse – non aveva mica tutti i torti a dare un cazzotto a quello scenografo!». 




Leggi anche:
Lo scrittore Jorge Luis Borges, un teologo ateo?

Tags:
andrea camillerimorte
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
2
LEANDRO LOREDO
Esteban Pittaro
Morire con un sorriso, seminando santità anche in ospedale
3
Gelsomino Del Guercio
Il viaggio nell’Aldilà di Gloria Polo: Gesù mi ha mostrato il “Li...
4
PIENIĄDZE ZA MSZĘ
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Stipendio dei preti, quanto guadagnano? Quei ...
5
Papa Giovanni Paolo II
Philip Kosloski
La formula di San Giovanni Paolo II per sconfiggere il male nel m...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha mai fallito
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni