Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 28 Ottobre |
Santi Simone e Giuda
Aleteia logo
home iconNews
line break icon

Chi era la donna che Sant’Agostino ha amato profondamente?

Public Domain

Zoe Romanowsky - pubblicato il 12/07/19 - aggiornato il 12/07/19

La reputazione pre-conversione di Agostino era quella di un uomo indomito e sessualmente promiscuo, e tuttavia incontrò X quando aveva 18 (o 19?) anni e si dice che le sia rimasto fedele per tutti gli anni che hanno trascorso insieme. Al di là di una breve relaizone con la sua padrona di casa dopo che si erano separati è rimasto casto. Da dove deriva, allora, la reputazione di “ragazzaccio” prima che diventasse cristiano?

È una combinazione di fattori. Parte del problema è che le confessioni dei peccati di Agostino erano sempre caratterizzate da un forte aspetto penitenziale. Agostino sarà sempre noto per aver detto “Signore, rendimi casto, ma non subito”. Combinatelo con il modo in cui è stato rappresentato come una persona promiscua poi diventata un moralista repressivo. È triste perché i suoi scritti – memorie, lettere, sermoni, libri – rivelano come fosse un uomo con senso dell’umorismo, molto intelligente e appassionato, brutalmente onesto sulle sue debolezze.

Nel suo romanzo, Agostino sembra bravo e il suo rapporto con X idilliaco – egualitario, rispettoso, gentile, appassionato, comprensivo… cosa molto insolita per l’epoca. Crede che Agostino sia stato davvero così virtuoso prima di diventare cristiano e sacerdote? Che difetti aveva?

Non essendoci una finestra storica nel rapporto quotidiano tra Agostino e la sua concubina, ho dovuto estrapolare da quello che sapevo delle amicizie di Agostino e applicare quello che ho trovato al suo rapporto con X. L’amicizia era estremamente importante per Agostino, che aveva un vero dono per questo, come si evinge dalle sue tante lettere a un’ampia serie di persone.

In una lettera dice: “Soprattutto quando sono logorato dai turbamenti del mondo, mi getto senza riserva sull’amore di coloro che mi sono particolarmente vicini”. Anche se scritto dopo la sua conversione, è chiaro che esprime quello che ha sempre provato per gli amici. Visto che amava la sua concubina così profondamente, come dimostra il tremendo dolore dopo che lei è stata mandata via, ho ritratto il loro rapporto come un’amicizia profonda ed erotica.

Quanto alle debolezze di Agostino, lo ritraggo come turbolento e insoddisfatto. Dev’essere stato molto difficile per X. Era anche incline alla depressione. Aggiungete a questo il fatto che ha mentito alla madre ed è fuggito in Italia lasciandola indietro! E ovviamente alla fine permette a X di tornare in Africa, separandola non solo da sé, ma anche dal suo unico figlio. È un’incredibile debolezza da parte sua. È una lista piuttosto seria di fatti che si fatica a definire positivi.

E tuttavia le sue virtù sono chiaramente individuabili nelle Confessioni e nelle sue lettere. La scena in cui X testimonia come lui rimetta teneramente un uccellino nel nido è basata su una poesia scritta da lui; nelle Confessioni dice che a teatro piangeva per l’emozione.

Non penso che con la conversione sia diventato perfetto; credo non accada a nessuno. La cosa splendida di Agostino è che è rimasto un uomo. È rimasto se stesso. Anche i santi sono peccatori. È quello che li rende affascinanti anche per noi. Alla fine del romanzo, la concubina dà ad Agostino una sorta di epitaffio, descrivendolo come “il corpo che ho amato, e ancor più la grandezza dello spirito”. Credo che Agostino sia stato all’altezza del suo nome.

Ha fatto un così buon lavoro per fondare l’atteggiamento di Monica sul suo amore materno che non sono riuscita a trovare alcuna mancanza in lei, cosa che non mi aspettavo. È stato intenzionale?

Monica è stato il personaggio più difficile da descrivere proprio per via dello stereotipo della suocera, e non c’è dubbio del fatto che nelle Confessioni sia del tutto implacabile. Ammiro la perseveranza, e la considero un fattore in più anziché un difetto in un personaggio.

Penso anche che la maternità sia una vocazione sottovalutata nella nostra cultura contemporanea, che le madri/donne siano spesso rappresentate come brontolone per la paura che quello che dicono sia fin troppo vero. Lo si coglie nelle Confessioni di Agostino, ed è il motivo per cui semina la madre al porto di Cartagine e si imbarca per Roma. Non vuole ascoltare.

Quello che ha aperto ai miei occhi il personaggio di Monica è stato il fatto di capire che tutto ciò che ha fatto e detto è stato per amore nei confronti del figlio, e allora ho reso l’amore – l’amore materno – la base del suo personaggio. E lo mostra ad Agostino, a X, ai suoi servi. A tutti.

La scena della discussione tra lei e Agostino è fondamentale, credo. Mostra il conflitto tra loro ma anche che nonostante la rabbia nei confronti del figlio lotta ancora per il suo bene. Quando la incontriamo per la prima volta è una donna di mezza età e non più la ragazzina che beveva troppo (cosa riferita da Agostino nelle Confessioni) o la giovane donna sempre tradita dal marito. In un certo senso, vediamo il suo carattere formato pienamente dopo le sue lotte personali. La vediamo solo come madre.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
intervistalibrosant'agostino d'ippona
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
3
couple
Raphaëlle Coquebert
Madre di 8 figli e saggista: «La castità non è non fare sesso»
4
Gelsomino Del Guercio
Il Papa parla della fine del mondo e di San Michele: “Lui guiderà...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
VENERABLE SANDRA SABATTINI
Gelsomino Del Guercio
Sandra Sabattini beata il 24 ottobre. Lo ha deciso Papa Francesco...
7
Gelsomino Del Guercio
Il Papa dice alle suore salesiane: non fate le zitellone. Cosa vo...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni