Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 28 Febbraio |
Sant'Auguste Chapdelaine
home iconChiesa
line break icon

C’è un santo patrono di chi ama i videogiochi?

PLAYING VIDEO GAMES

Shutterstock

Philip Kosloski - pubblicato il 11/07/19

Un paio di opzioni a disposizione, con un futuro santo che ci giocava regolarmente

Ad alcuni giovani, i santi possono sembrare qualcosa “vecchio stile” e senza un legame con i loro interessi. Se ci sono molti santi per varie professioni adulte, sembra che non ce ne siano per i ragazzi che amano cose come i videogiochi.

Ci sono tuttavia almeno due santi che possono essere presentati ai giovani come amanti dei videogiochi. Il primo è San Luigi Gonzaga, gesuita vissuto nel XVI secolo considerato in genere patrono dei giovani, essendo morto ad appena 23 anni.

ALOYSIUS GONZAGA
Public Domain

C’è una storia popolare tratta dalla sua vita che lo collega a chi ama i videogiochi.

Un giorno San Luigi stava giocando a scacchi con alcuni seminaristi. Qualcuno chiese: “Cosa faresti se sapessi che ti rimane solo un’ora di vita?”

Alcuni dissero che sarebbero andati a confessarsi o avrebbero ricevuto la Santa Comunione, mentre si dice che San Luigi abbia risposto che, visto che i suoi superiori gli avevano dato il permesso di giocare a scacchi e non aveva altri compiti pressanti, avrebbe terminato la partita credendo che fosse la volontà di Dio in quel momento.

Un altro (futuro) santo è il venerabile Carlo Acutis, morto il 12 ottobre 2006 ad appena 15 anni di leucemia. Era appassionato di computer, e aveva avviato un progetto per catalogare tutti i miracoli eucaristici del mondo.

ACUTIS
Carloacutis.com

Sua madre ha riferito a CNS che “Carlo conduceva una vita normale. Andava a scuola, faceva sport e giocava ai videogiochi, anche se in genere solo un’ora a settimana perché si rendeva conto che potevano portare a una dipendenza”.

Se dev’esserci un patrono di chi ama i videogiochi dovrebbe essere Carlo Acutis, una volta che verrà canonizzato. È il santo perfetto per il bambino o l’adolescente di oggi e uno splendido esempio di ordinaria santità.

Tutti gli amanti dei videogiochi invochino allora San Luigi Gonzaga e il venerabile Carlo Acutis perché li aiutino a concentrarsi su Dio mentre si divertono e a non diventare schiavi della tecnologia.

Tags:
carlo acutispatronosantovideogiochi
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE EASTER
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco: “Non dovete mai convincere un non credente”
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
Sanctuary of Merciful Love
Bret Thoman, OFS
Le acque guaritrici profetizzate da una suora del XX secolo
4
Communion
Claudio De Castro
Comunione: si ha tra le mani il Figlio di Dio, e serve rispetto
5
Paola Belletti
Aiutiamo Debora Vezzani? Tutta la famiglia con il Covid, lei la p...
6
Philip Kosloski
Perché i cattolici non mangiano carne i venerdì di Quaresima?
7
Gelsomino Del Guercio
Congo, Attanasio salvò dal Covid suor Annalisa. “Devo a lui la mi...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni